Scuola chiusa per ordinanza del Sindaco: quali obblighi per i docenti?

Patrizia – Sono insegnante di scuola media. Recentemente, dal 15 al 19 dicembre  scorsi, la nostra scuola è stata chiusa con ordinanza del sindaco del  paese, per importanti lavori essendo seriamente danneggiate le tubature  sotterranee del riscaldamento che non funzionava. Chiedo: le ore di  lezione perse vanno recuperate tenuto conto che non è dipeso da noi ma  da una seria emergenza? Ringrazio anticipatamente.

Paolo Pizzo – Gentilissima Patrizia,

gli obblighi dei docenti sono stabiliti dal CCNL/2007.

In particolari gli artt. 28 e 29  dispongono gli obblighi relativi all’attività di insegnamento e funzionale ad esso.

Quand però questi obblighi non possono essere rispettati non per volontà del dipendente devono ritenersi assolti.

Al caso in questione si applica infatti l’art. 1256 del Codice civile, che recita:

“L’obbligazione si estingue quando, per una causa non imputabile al debitore (nel nostro caso dipendente della scuola), la prestazione diventa impossibile. Se l’impossibilità è solo temporanea, il debitore, finché essa perdura, non è responsabile del ritardo dell’adempimento”.

Posted on by nella categoria Didattica
Versione stampabile
ads ads