Graduatorie III fascia ATA: è possibile valutare il diploma di scuola media inferiore?

Pina – Gentile staff di Orizzonte Scuola, mi sono inserita nelle grad. III fascia ATA (come AA), nel 2001. In quella occasione mi valutarono non il diploma di scuola superiore ma quello di scuola media, in quanto più favorevole (infatti voto licenza media ottimo, diploma superiore 44/60). Mi assegnarono, quindi 9 punti più un punteggio aggiuntivo di 2 punti).Lo stesso criterio di valutazione fu applicato nel successivo aggiornamento del 2005.

Le cose cambiano in seguito al DM n°59 del 25 luglio 2008 che modifica il titolo di studio per l’accesso al profilo di AA. Da allora vengo inserita in graduatoria sulla base del diploma superiore, mi vedo quindi assegnata 7,33 punti e non più 9. I ricorsi fatti, sulla base di un diritto ormai acquisito, vengono puntualmente rigettati. La scuola fa la cosa giusta? Grazie.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Pina, in riferimento al D.M. 150/2001 era considerato titolo d’accesso al profilo professionale di AA:

  • diploma di qualifica professionale ad indirizzo specifico (addetto alla segreteria d’azienda; addetto alla contabilità di azienda; operatore della gestione aziendale; operatore della impresa turistica);
  • oppure diploma di scuola media integrato da attestato di qualifica specifica per i servizi del campo amministrativo – contabile, rilasciato, al termine di corsi regionali, ai sensi dell’art. 14 della legge n. 845 del 21.12.1978;
  • oppure diploma di maturità che consenta l’accesso agli studi universitari.

Negli anni i titoli d’accesso per i profili ATA sono cambiati, tuttavia, in riferimento al D.M. 717/2014 si chiarisce che nei confronti di coloro che producano il diploma di istruzione secondaria di primo grado INTEGRATO da attestato regionale rilasciato ai sensi dell’art. 14 della legge n. 845 del 1978, di cui al precedente ordinamento, il punteggio è attribuito con riferimento al diploma di scuola media.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads