Congedo parentale nei primi 8 anni del bambino. Chiarimenti per la scuola

Scuola –  avrei necessità di un suo parere sulla seguente situazione: Un docente assente per congedo parentale prende:  Dal 10/06/2013 al 29/06/2013  per giorni 20  il congedo parentale per il figlio nei limiti del terzo anno in un altra Istituzione Scolastica.  Dal 27/01/2015 al 25/02/2015  il docente in questione si assenta nuovamente per congedo parentale per il figlio nei limiti degli otto anni nella ns Istituzione Scolastica. Si chiede :  1) Cambia qualcosa se il figlio aveva meno di tre anni quando ha chiesto il primo congedo parentale e oggi ha più di tre; 2) La retribuzione come deve essere, visto che ha solo utilizzato 20 giorni con retribuzione al 100%; Grazie.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

il CCNL del Comparto Scuola all’art. 12 comma 4 chiarisce che:

“Nell’ambito del periodo di astensione dal lavoro previsto dall’art. 32 , comma 1, lett. a) del D. Lgs. n. 151/2001[congedo parentale non superiore a sei mesi ], per le lavoratrici madri o in alternativa per i lavoratori padri, i primi trenta giorni, computati complessivamente per entrambi i genitori e fruibili anche in modo frazionato, non riducono le ferie, sono valutati ai fini dell’anzianità di servizio e sono retribuiti per intero”.

Mentre quindi l’art. 34 del D.Lgs. n. 151 del 2001 prevede che per i periodi di congedo parentale alle lavoratrici e ai lavoratori è dovuta fino al terzo anno di vita del bambino un’indennità pari al 30 per cento della retribuzione, per un periodo massimo complessivo tra i genitori di sei mesi, il Contratto Scuola (su “indicazione” dell’art. 1 comma 2 del T.U. 151/2001) deroga tale norma in melius e prevede che i primi 30 giorni, fruiti fino agli 8 anni del bambino, siano retribuiti al 100%.

La Suprema Corte di Cassazione – sesta sezione civile – con ordinanza n. 3606 e del 7 marzo 2012 ha affermato che allorché i CCNL prevedano un trattamento economico più favorevole per i primi mesi di congedo parentale detto trattamento più favorevole (retribuzione al 100% per i primi 30 giorni di congedo parentale) spetti anche se il bambino ha superato i tre anni.

Dello stesso tenore la sentenza del Tribunale di Sassari  n. 1424/11 3 gennaio 2012 che ha riconosciuto ad una docente il diritto alla retribuzione intera del congedo, se fruito per la prima volta dopo i 3 anni del bambino.

Pertanto risulta chiaro che i primi 30 gg. di congedo devono essere riconosciuti al 100% se fruiti entro gli 8 anni del bambino.

Nel caso di cui al quesito, quindi, al docente in questione spettano altri 10 gg di congedo retribuiti al 100%, il restante periodo sarà retribuito al 30% solo se il docente ha un reddito individuale inferiore a euro 16.294,85.

Posted on by nella categoria Maternità e Paternità
Versione stampabile
ads ads