Esami di Stato: quale provincia si può scegliere?

Elena – Gentili esperti di Orizzonte Scuola, sono una docente di ruolo di Secondaria di 2° grado. Nel corrente a.s. insegno anche in una classe terminale dove la mia disciplina, in base alle recenti indicazioni ministeriali, sarà esterna x gli esami di Stato. Devo quindi fare domanda come commissario esterno tramite Polis – Istanze online.

A tal proposito ecco il chiarimento: in tale domanda devo OBBLIGATORIAMENTE chiedere comuni / distretti ESCLUSIVAMENTE della mia provincia di servizio o posso ANCHE indicare comuni / distretti appartenenti a province diverse rispetto alla mia di servizio ma pur sempre all’interno della stessa regione del servizio? La mia provincia di servizio è la stessa della mia provincia di residenza.

In attesa di una risposta, grazie infinite per le vostre utilissime indicazioni!

Lalla – gent.ma Elena, proviamo a rispondere sulla base della normativa dello scorso anno, in attesa della annuale circolare per la presentazione delle domande da parte dei commissari esterni, attesa tra qualche settimana.

Dallo scorso anno, la procedura di abbinamento dei commissari alle sezioni d’esame ha subìto una "stretta". Nella circolare n. 29 del 13 febbraio 2014 leggiamo infatti

"Le sedi richieste possono essere i distretti scolastici (ad esclusione del distretto scolastico ove è presente la scuola in cui si presta sevizio, come precisato al paragrafo 2.5) ed i comuni della provincia di servizio o residenza, purché compresa nella Regione di servizio, e, per il personale non in servizio, nella sola provincia di residenza. Non possono essere richieste sedi al di fuori dell’ambito provinciale. "

Nella domanda potrà invece essere indicata la provincia dalla quale procedere per una eventuale nomina di ufficio, qualora non si possa essere accontentati sulla provincia di prima preferenza.

Posted on by nella categoria Esami di stato
Versione stampabile
ads ads