ATA: orario di servizio e attività extra curriculari

SCUOLA – gentile Orizzonte scuola avrei bisogno di delucidazioni in merito a questo problema:
nella scuola che dirigo sono previsti dei progetti rivolti ad alunni in cui i docenti sono pagati con fondi FIS o con contributi di banche progetti che vengono svolti in orario pomeridiano. I collaboratori scolastici chiedono di operare in orario straordinario e si rifiutano di operare invece all’interno delle loro 36 ore perchè ritengono che essendo questi dei progetti possano rifiutarsi di lavorare . La scuola termina normalmente alle 13.30 ma con questi progetti 1 volta alla settimana ciude alle 17.00 . Col personale ATA che ho posso coprire tranquillamente l’intero orario senza creare disguidi e senza straordinario. Che fare ? Possolo i collaboratori legittimamente rifiutarsi di operare dalle 13.30 alle 17.00 se questo rientra nelle loro 36 ore ?

di Giovanni Calandrino – Gentilissimo, l’art. 51 del CCNL comparto scuola stabilisce che l’orario ordinario di lavoro del personale ATA è di 36 ore, suddivise in sei ore continuative, di norma antimeridiane, o anche pomeridiane per le istituzioni educative e per i convitti annessi agli istituti tecnici e professionali.

È opportuno stabilire in sede di Contrattazione l’organizzazione dell’attività scolastica e di eventuali attività extra curriculari (come i progetti pomeridiani) che si potrebbero verificare durante l’A.S. in modo da decidere sin da subito con tutto il personale l’eventuale attribuzione di Funzioni Miste o la volontaria disponibilità a svolgere attività oltre l’orario di servizio per garantire (come in questo caso) la possibilità di erogazione di progetti pomeridiani.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads