Mobilità. Passaggio di ruolo su posto dispari

Sono un insegnante di ruolo alla scuola elementare. Ho conseguito la laurea in lingua tedesca e ho l’abitazione per insegnare il tedesco alle medie e alle superiori. Sono ormai alcuni anni che faccio domanda per il passaggio di ruolo ma non ci sono mai riuscita perché con le norme vigenti e’ impossibile.

Lo scorso anno ero contentissima perché’ sapevo che vi era un posto (cosa più unica che rara) alla scuola media del mio istituto comprensivo. Ho fatto domanda ma il posto non mi è’stato assegnato perché’ mi hanno detto che per poter dare un posto al passaggio di ruolo ve ne devono essere rimasti almeno due dopo i trasferimenti . È’ corretto? Se vi è’ un posto solo, chi ha la precedenza? È’ proprio scritto nella legge?

Lalla – gent.ma, l’art. 6 dell’attuale ipotesi di contratto di Mobilità 2015 (ma si tratta di un punto riportato dai contratti precedenti e che quindi sarà ratificato)

SEDI DISPONIBILI PER LE OPERAZIONI DI MOBILITA’ prevede

“7. Ai fini della ripartizione dei posti di cui ai precedenti commi 4 e 5, non è disponibile per le operazioni di mobilità relative alla terza fase l’eventuale posto dispari eccetto i casi in cui siano presenti nella provincia domande di mobilità professionale di docenti appartenenti a classi di concorso o posti in esubero abilitati e già utilizzati nel corrente anno scolastico sul posto o classe di concorso richiesto, e che tra le preferenze sia compreso il codice sintetico della provincia di titolarità”

Per terza fase si intende

la mobilità professionale e mobilità territoriale interprovinciale (fasi dei trasferimenti e dei passaggi).

Domanda – Se è’ così non riuscirò mai ad ottenere il passaggio visto che è’ già’ tanto se ve n’è’ uno. Inoltre si può’ fare la domanda per un solo ordine di scuola e per una sola provincia e questo rende ancora più’ impossibile la cosa. Sono molto delusa ….. Laurea e competenza buttati all’aria. Cosa posso fare ? A chi posso rivolgermi per far capire che andrebbero cambiate le percentuali di assegnazione. Non si potrebbe almeno dare la possibilità di fare le due domande per i due ordini di scuola contemporaneamente?

Lalla – riteniamo che in questa fase tale passaggio del contratto non sarà modificato (l’ipotesi di contratto è al momento al vaglio della Funzione Pubblica e probabilmente sarà definitiva nelle prossime settimane).

A nostro parere dovrebbe essere consentito anche ai docenti già assunti a tempo indeterminato di partecipare ai concorsi a cattedra, per permettere loro la valorizzazione delle competenze.

Lo speciale Mobilità 2015

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads