Graduatorie III FASCIA ATA: in caso di nuovi servizi rispetto al 2011, quale domanda andava compilata?

Nelle graduatorie d’istituto III fascia ATA 2011-2014 ero inserita come CS con 11,17 punti e come AA con 11,17 punti. Nella graduatoria d’istituto III fascia ATA 2014-2017 mi hanno inserito con NUOVA inclusione come CS con 9,47 punti (9,17 + 0,30 per servizio) e con NUOVA inclusione come AA con 11,17 (non avendo prestato servizio).

Secondo me l’inclusione non doveva essere NUOVA, ma vecchia confermando i punti precedenti e aggiungendo quelli maturati per servizio. Inoltre non capivo perché avessero tolto 2 punti al CS. La segretaria scolastica mi ha informato che la sua collega a suo tempo mi aveva considerato un titolo di studio impropriamente, per cui ora lei mi ha tolto 2 punti pei il CS e che, per fare questo, ha dovuto fare un inclusione ex-novo perché la procedura non gli permetteva di fare la sua arbitraria variazione

E’ giusto così? Se no, come si può riparare? Cosa posso fare?

Come AA non mi hanno poi nemmeno considerato 3 punti per un servizio da me prestato come segretaria amministrativa presso una scuola privata di istruzione secondaria professionale accreditata in regione. L’ho inserito in entrambe le domande, ma ogni volta non lo hanno considerato. Mi confermate che quel punteggio è impossibile farlo valere?

Inoltre per queste nuove graduatorie avevo chiesto una inclusione nuova come AT utilizzando il titolo di ragioniere e perito commerciale, ma NON è stata presa in considerazione e dunque non mi hanno inserita nella graduatoria. La segretaria mi ha detto che con quel titolo di studio non si può fare l’AT. E’ vero?
Grazie per la cortese risposta.

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, l’Allegato D2 andava presentato esclusivamente dai candidati già inclusi, ai sensi del D.M. n. 104 del 2011, nella terza fascia delle graduatorie di circolo e di istituto del precedente triennio di validità, nel caso in cui intendevano richiedere l’inclusione nelle nuove graduatorie, esclusivamente per il/i medesimo/i profilo/i professionale/i, nonché con la medesima valutazione dei titoli già dichiarati nella precedente procedura.

Mi pare di capire che il suo caso rientra nella procedura dell’Allegato D1, poiché ha maturato dei nuovi servizi e quindi vi sono delle difformità rispetto alla domanda del precedente aggiornamento riguardante gli anni 2011-2013 di cui al D.M. n. 104 del 2011.

Per quanto riguarda la decurtazione dei 2 punti per titolo di studio improprio, non conoscendo il titolo a cui Lei fa riferimento, non posso fornire una risposta precisa, tuttavia rimane possibile l’eventualità di correzione del punteggio da parte della segreteria.

Per la valutazione del servizio come AA occorre fare riferimento all’Allegato A – DM 716/2014 (Tabella valutazione titoli):

Infine le confermo che il titolo di studio “Ragioniere e perito commerciale” non dà l’accesso al profilo professionale di AT.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads