Proroga della supplenza al docente già in servizio. Chiarimenti per il Dirigente scolastico

Dirigente scolastico – Buongiorno. Vorremmo sottoporre alla Vostra cortese attenzione il seguente quesito: 1) una docente titolare di scuola primaria si assenta per malattia dal 01.02.2015 al 15.02.2015; 2) la scuola nomina il supplente attingendo dalle graduatorie per le supplenze superiori ai 10 giorni; 3) in data 16.02.2015  la titolare comunica di dover proseguire l’assenza fino al 10 giugno (ultimo giorno di lezione) per gravidanza a rischio. La supplenza dal 16.02.2015 al 10.06.2015 deve essere conferita per proroga alla sostituta già in servizio oppure si deve riscorrere la graduatoria per consentire ai docenti non in servizio fino al termine delle lezioni od oltre di poter esercitare la facoltà prevista  dall’art. 8, comma 2, del D.M. 13 giugno 2007? Si resta in attesa di una cortese sollecita risposta e si porgono cordiali saluti.

Paolo Pizzo – Gentile Dirigente,

l’art. 7/1 del DM 131/07 dispone che i dirigenti scolastici conferiscono supplenze utilizzando le rispettive graduatorie di circolo e di istituto  per la sostituzione del personale temporaneamente assente e per la copertura di posti resisi disponibili, per qualsiasi causa, dopo il 31 dicembre di ciascun anno.

Il comma 4 dello stesso articolo dispone che

Per ragioni di continuità didattica, ove al primo periodo di assenza del titolare ne consegua un altro, o più altri, senza soluzione di continuità o interrotto solo da giorno festivo o da giorno libero dall’insegnamento, ovvero da entrambi, la supplenza temporanea viene prorogata nei riguardi del medesimo supplente già in servizio, a decorrere dal giorno successivo a quello di scadenza del precedente contratto.

La scuola, quindi, deve stipulare un contratto di proroga della supplenza già in servizio, a nulla rilevando che sia cambiata la tipologia dell’assenza del titolare e che tale assenza sia fino al temine delle lezioni.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads