Mobilità interprovinciale e part time: come si compila la domanda

Ilaria – Gentilissima Lalla, sono una docente di ruolo titolare su a 245 a Roma ormai da tre anni in part- time verticale per 12 ore settimanali. Avendo consultato tutto quello che c’e da consultare nel vostro forum e non avendo trovato risposta al mio problema, sono qui a porti il seguente quesito. Farò sicuramente domanda di mobilità interprovinciale sempre per la medesima classe di concorso, ma nella domanda che è on line, non è presente una voce che riguarda il part time, quindi io devo dichiararlo magari in un allegato a parte ma contestualmente all’invio domanda oppure è automatico, ossia va da sé che in caso di trasferimento la nuova scuola acquisisce la documentazione della precedente scuola di servizio?

Che succede se non allego un autocertificazione dove dichiaro che sono in part time attualmente ? Me la darebbero cmq per intero e il che alla fine andrebbe bene lo stesso visto che è a soli 15 minuti di macchina da casa mia oppure magari non possono frazionarla e quindi non mi darebbero il trasferimento a causa del part-time? Non so se sono stata chiara.

Non so proprio quale è la prassi e che cosa devo fare per non sbagliare e per non perdere questa opportunità che aspetto da tempo!!Ringraziandoti anticipatamente, aspetto con ansia una tua risposta, visti i tempi ristretti sia per la mobilità che scade il 16 marzo che per il part-time la cui scadenza è un giorno prima! Ancora grazie

Lalla – gent.ma Ilaria, la domanda di trasferimento del docente di ruolo non differisce da quella del docente con cattedra intera. Perchè il trasferimento sia attribuito, infatti, a te serve una cattedra intera. Qualora un giorno decidessi di ritornare ad orario intero infatti dovrai avere una cattedra intera pronta ad aspettarti: non possono esistere trasferimenti su spezzoni, è necessaria in ogni caso la presenza della cattedra intera. Pertanto quella del part time non è una situazione da segnalare nel modello domanda nè con documentazione a parte.

Questo non vuol dire che tu non avrai diritto al part time, tutt’altro.

Innanzitutto la prima decisione che devi prendere, entro il 15 marzo, è riferita alla provincia in cui sei attualmente titolare: vuoi proseguire con l’orario part time? allora non devi presentare alcuna domanda (tra l’altro mi sembra di capire che devi ancora svolgere il secondo anno del secondo biennio). Se non vuoi più essere in part time allora devi presentare domanda (ma se è un rientro anticipato, prima della conclusione dei due anni, devi motivarlo).

Poniamo il caso che tu prosegua con il part time e ottenga il trasferimento interprovinciale? Sarai in part time anche nella nuova provincia? Verosimilmente sì, ma bisogna che appena conosciuto l’esito della domanda, tu segnali la tua richiesta di par time all’Ufficio Scolastico della tua provincia, affinchè si possa calcolare se rientri nel 25% assegnabile. (ogni provincia ha i propri contingenti).

Nel forum Asbiamo discusso di questo nel topic domanda part time docenti di ruolo . Una collega ci diceva

di aver ottenuto il trasferimento interprovinciale e di non aver avuto problemi per il riconoscimento dello status giuridico di docente in part time, ha solo dovuto presentare il contratto dell’anno precedente, ma secondo me dipende in ogni caso dal fatto che rientrasse nel contingente assegnabile per quell’anno scolastico.

Posted on by nella categoria Mobilità, Part time docenti di ruolo
Versione stampabile
ads ads