Il pagamento della domenica non può avvenire se si completa la settimana in gradi diversi di scuole

Veronica   – sono una docente (supplente  temporanea) inserita nella II fascia delle graduatorie d’istituto nella  provincia di Frosinone. Ti contatto per porti un quesito. Nella settimana  dal 02/02/15 al 08/02/15 ho svolto le seguenti supplenze temporanee: Dal  02/02/15 al 05/02/15, supplenza di 4 gg in una scuola PRIMARIA (svolte 20 h di  servizio + 2 h di scrutini) – 06/02/15 supplenza di 1 g. nella scuola  dell’INFANZIA (5h) – 07/02/15 supplenza di 1 g. in una scuola PRIMARIA  (svolte 4 h di servizio) Avendo quindi lavorato per un totale di 24 h + 2h di  scrutini nella scuola primaria, ho fatto richiesta scritta alla scuola in cui ho  lavorato sabato 07/02/15 per avere riconosciuto il pagamento della domenica,  elencando tutte le scuole e i servizi svolti. Ora, avendo visto sul Miur che  la scuola in cui ho lavorato il sabato, ha inserito il contratto di un solo  giorno, non includendo la domenica e non avendo ricevuto alcuna risposta alla  richiesta da me effettuata mi sono rivolta ieri alla segreteria per chiedere  spiegazioni. Mi è stato risposto(telefonicamente) che il pagamento della  domenica non mi spetta perchè, nonostante abbia completato il monte ore  settimanali (24 h per primaria) il venerdì ho lavorato nella scuola  dell’infanzia e ho quindi interrotto, a loro dire, la continuità del  servizio. Ribadisco di aver raggiunto le 24 h nella stessa settimana e su 5  giorni spezzati dal venerdì alla scuola dell’infanzia. La segretaria afferma  verbalmente che esiste a riguardo una norma, ma non avendola citata mi ha fatto  sorgere qualche dubbio. Mi rivolgo quindi a te Lalla per avere maggiori  informazioni a riguardo.

Paolo Pizzo – Gentilissima Veronica,

la scuola ha ragione.

la nota MIUR N. 13650/2013 ha chiarito che Per effetto di tali disposizioni il dipendente che completi tutto l’orario settimanale ordinario ha diritto al pagamento della domenica ai sensi dell’art. 2109 comma 1 del Codice Civile. Inoltre, come precisato dall’ARAN, in risposta a specifico quesito, la previsione contrattuale si estende al pagamento del sabato qualora risulti giorno libero del dipendente.
Per orario ordinario deve intendersi 25 ore settimanali nella scuola dell’infanzia, 24 ore nella scuola primaria, 18 ore nella scuola secondaria, 30 ore nelle istituzioni educative, da svolgere in non meno di 5 giorni settimanali, e 36 ore per il personale ATA.
Ai fini dell’applicazione della disposizione in questione l’orario settimanale può essere stato effettuato anche in più scuole ma purché si riferisca al medesimo grado di scuole per il personale docente ed educativo e al profilo della medesima area per il personale ATA.

Pertanto nel tuo caso il giorno nell’infanzia va tolto e non hai quindi completato la settimana lavorativa.

Inoltre ricordiamo che il calcolo dell’orario intero non va effettuato sulle ore giornaliere quando si tratta di contratti singoli giornalieri, ma sull’orario settimanale per cui si sostituisce il titolare.

Qui abbiamo chiarito la questione.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads