Mobilità: trasferimenti interpovinciali insegnanti bloccati dalle nuove assunzioni?

Pippo – Da 13 anni insegno in Lombardia nelle scuole primarie. Da 5 anni sono di ruolo. Vorrei capire se con le nuove assunzioni previste per settembre, terranno conto di quelli come me che da anni chiedono trasferimento nella regione d’ origine.

Lalla – secondo le indicazioni che abbiamo finora, cioè il Contratto stipulato il 23 febbraio dai sindacati rappresentativi, non più e non meno rispetto agli anni scolastici precedenti.

La mobilità interprovinciale rappresenta la terza fase dei movimenti, eventuali posti liberi sono destinati alle immissioni in ruolo.

Pertanto, il docente di ruolo trova collocazione prima del precario, se ci riferiamo ai posti in organico di diritto. Alcuni docenti, interessati ai trasferimenti inteprovinciali, chiedono ai sindacati di rivedere la norma affinchè si possa partecipare anche sui posti dell’organico di fatto o su quello che dovrebbe essere l’organico di autonomia. Sarà difficile pervenire a questo risultato.

Il problema, piuttosto, potrà verificarsi negli anni successivi, quando la disponibilità di posti in organico di diritto potrebbe dimuire per la stabilizzazione dei colleghi precari. Ma al momento il Ministero non ha una soluzione.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads