Immissioni in ruolo 2015: solo vane promesse?

Arch. Carlo – Gentilissimi, prima di tutto Vi ringrazio per il costante aggiornamento online delle notizie sulla Scuola, a cui accedo regolarmente. Con molta fatica e relativo danno economico per aver trascurato la mia attività di libero professionista, ho partecipato al concorso a cattedre del 2012 nella mia regione, la Calabria. Risultato: vincitore per la classe di concorso A25/A28 avendo raggiunto la 36 posizione per 44 posti messi a concorso, idoneo non vincitore per la classe A33, 71 posto ma con soli 39 messi a concorso.

Potete immaginare lo sforzo per partecipare a due classi di concorso che, tra le altre cose, prevedevano entrambe la prova grafica oltre a scritto e orale. Ebbene…ad oggi nessuna notizia…all’ufficio scolastico di riferimento non sanno dirmi altro che "aspetti fiducioso"..

Visti i proclami del Governo in merito a centinaia di migliaia di assunzioni avevo la ragionevole certezza che entro il 1 settembre prossimo venturo (come comunque previsto dal mio bando di concorso) sarei entrato di ruolo nella
classe A25/A28, o addirittura avrei potuto avere qualche possibilità come idoneo non vincitore nella A33.

Ad oggi, con le recenti notizie (DDL invece di decreto attuativo etc), mi manca assolutamente ogni certezza, ho perso qualsiasi ottimismo in merito al mio futuro ingresso nella Scuola, e pertanto Vi chiedo quale iter giudiziario dovrei seguire per affermare i miei diritti, visto che per lo stato Italiano sono vincitore di Concorso Pubblico. Devo attendere settembre? Devo fare richieste preventive nei prossimi mesi? Devo affrontare un ricorso al TAR? Mi
fornireste assistenza legale per questa questione e, se si, sapreste indicarmi le spese (anche in linea di massima)? Vi ringrazio infinitamente e Vi saluto con molta cordialità.

Lalla – gent.mo, noi offriamo consulenza legale, per cui da questo punto di vista non possiamo aiutarti. Dal Governo finora continuano ad arrivare rassicurazioni sulle immissioni in ruolo ( Riforma. Giannini: 11 marzo in Parlamento, no incertezza assunzioni. Renzi: mi hanno accusato di essere un dittatore ), il problema è capire i numeri.

Una delle ipotesi in campo è quello di affidare ad un decreto d’urgenza solo la parte relativa alle immissioni in ruolo per il 2014/15, che a questo punto però potrebbe basarsi su numeri meno consistenti rispetto alle promesse (circa 50.000), lasciando il resto alla strutturazione dell’organico funzionale o di autonomia.

Se così fosse, molto dipenderebbe dalla tua posizione (nei due anni precedenti non sono stati assunti docenti collocati prima di te in graduatoria?) e dal numero di posti liberi per queste classi di concorso.

A nostro parere al momento bisognerà capire quali saranno le decisioni finali e su queste poi vagliare se presentare o meno ricorso.

Molti colleghi nella tua stessa situazione si confrontano nel forum di OrizzonteScuola.it

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads