Mobilità neo immessa in ruolo. Indicazioni scuole

Gentile Redazione, sono un’insegnante di scuola primaria, passata di ruolo (posto comune) con nomina giuridica dal 1/9/2014. Ho alcuni dubbi da porvi, confidando nella vostra disponibilità:

1) non avendo una sede di titolarità, devo presentare domanda di trasferimento provinciale, giusto?

Lalla – esatto, parteciperai alla seconda fase dei movimenti, quella appunto chiamata provinciale.

2) su istanze online, nella scelta delle preferenze, indicando i plessi,compaiono le singole scuole e non gli Istituti Comprensivi? Non si posso indicare gli I.C., comprendendo così più plessi?

Le preferenze esprimibili, sono in numero non superiore a 20 per le scuole dell’infanzia e primarie ed a 15 per le scuole ed istituti di istruzione secondaria ed artistica .

LE PREFERENZE

2. Le preferenze possono essere del seguente tipo:
a) scuola
b) circolo (1);
c) distretto;
d) comune;
e) provincia;
f) dotazione organica provinciale (2);
g) dotazione organica di sostegno (D.O.S.), per la scuola secondaria superiore;
h) centri territoriali (corsi per l’istruzione e la formazione dell’età adulta).

3. Gli insegnanti aspiranti al movimento hanno, quindi, la possibilità di chiedere, con una sola preferenza, usando le indicazioni di cui alle lettere c), d) ed e), tutti gli istituti ubicati rispettivamente nell’area territoriale del distretto, del comune o della provincia. In tal caso possono essere assegnati anche alle unità scolastiche autorizzate successivamente alla presentazione della domanda di movimento e comprese nelle preferenze medesime.

In quanto neoimmessa in ruolo non ha senso indicare il codice provincia, perchè se non verrai soddisfatta in una delle tue preferenze, parteciperai comunque alla fase d’ufficio su tutta la provincia.

3) nella sezione della domanda in cui si parla dell’insegnamento della lingua inglese, avendo superato l’ultimo concorso con il relativo accertamento della lingua inglese, devo segnare la casella in cui si parla di"trasferimento su posto comune-inglese"?

Lalla – sì, puoi segnarlo

4) se dovessi ottenere la titolaritá in una scuola molto distante, potrei richiedere l’assegnazione provvisoria? Grazie in anticipo per le delucidazioni!

Lalla – Per posto distante si deve intendere comune diverso da quello da te desiderato (

l’assegnazione provvisoria nel comune di titolarità è possibile solo nei comuni che comprendono più distretti). Per richiedere l’assegnazione provvisoria deve sussistere una delle seguenti motivazioni

1. ricongiungimento al coniuge o al convivente, ivi compresi parenti o affini, purché la stabilità della convivenza risulti da certificazione anagrafica;

2. ricongiungimento ai figli o agli affidati con provvedimento giudiziario;

3. gravi esigenze di salute del richiedente comprovate da certificazione sanitaria;

4. ricongiungimento ai genitori.

La normativa sulle assegnazioni provvisorie, per l’a.s. 2015/16, non è stata ancora definita. Ci aggiorniamo nei prossimi mesi.

Queste le date in cui saranno comunicati gli esiti della domanda di mobilità (a meno di slittamenti)

Lo speciale di OrizzonteScuola.it sulla Mobilità: guide, consulenza, normativa

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads