Mobilità: presentare la domanda di trasferimento non ha controindicazioni

Nicoletta – insegnante di scuola dell’Infanzia – Sono di ruolo con decorrenza giuridica dal 01.09.2013. Vorrei chiedere ttrasferimento in questi giorni.

Nel CCNI da poco approvato, all’articolo 2 comma 2 di pagina 3, appare così scritto: “pertanto può produrre domanda di trasferimento….in ambito provinciale il personale docente assunto con decorrenza giuridica 1/9/2013 o precedente.

Ho cercato di leggere con attenzione tutto il CCNI. E mi sembra non ci sia niente che dia ulteriori specificazioni particolari che mi impediscano di chiedere trasferimento.

Lalla – esatto, puoi spostarti in altra scuola della stessa provincia.

Nicoletta – Ma volevo sapere se, chiedendo trasferimento, automaticamente io perda la titolarità del posto che ho e/o automaticamente rientro tra gli insegnanti perdenti posto. Ringrazio per la gentile attenzione.

Lalla – la sola presentazione della domanda, di per sè, non porta alcuno svantaggio nè per la titolarità nè per la graduatoria interna di istituto.

Mobilità. Chi presenta domanda e non ottiene il trasferimento non perde i punti della continuità

Naturalmente se otterrai il trasferimento, acquisirai la titolarità nella nuova scuola e il conteggio per i punti della continuità riparte da zero.

Nella graduatoria interna di istituto della nuova scuola, il prossimo anno, sarai collocata in ultima posizione e quindi eventualmente la prima a poter essere individuata come perdente posto (ma se si vuole ottenere il trasferimento è una svantaggio che si supera).

Graduatorie interne di istituto. Come si individua il perdente posto? Consulenza segreterie scolastiche

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads