Immissioni in ruolo: cosa vuol dire “nel limite del 50% dei posti disponibili”?

Mirella – vorrei porre una domanda in merito all’assunzione dei vincitori dell’ultimo concorso. Il concorso è stato bandito nel 2012, i vincitori sono stati assunti nel corso dell’anno 2013 e 2014. A Roma che ha pubblicato in ritardo le graduatorie sono stati assunti tutti nel 2014.

Il disegno di legge di Renzi parla di assunzione dei vincitori fino al 50% dei posti vacanti e disponibili dell’organico il restante 50% assunzione dalle graduatorie ad esaurimento.

Lalla – il Disegno di legge rispetta quanto contenuto finora nella normativa (il 50% dei posti va alle GaE e l’altro 50% alle GM. Qualora una delle due graduatorie è esaurita i posti passano all’altra graduatoria.

Mirella – Ma allora non stiamo parlando dei posti messi a concorso con il bando del 2012? Non mi è chiaro su quali posti verranno nominati i vincitori dell’ultimo concorso. Grazie per la risposta che vorrà gentilmente darmi e sono sicura sarà utile a molti precari.

Lalla – sì che stiamo parlando dei posti messi a concorso con il bando 2012.

Ad es. per la scuola primaria in Lazio furono messi a bando con il DDG n. 82 del 24 settembre 2012 411 posti. Mettiamo che di questi ne siano stati assegnati 11, rimangono altri 400 posti da assegnare con il piano straordinario di assunzioni 2015.

A questo punto bisognerà stabilire di quanti posti ha necessità la regione Lazio per la primaria (considerando sia cattedre vacanti che organico di autonomia). Mettiamo che siano (è un numero assolutamente inventato) 1500. Questi 1.500 posti dovranno essere distribuiti al 50% tra le due graduatorie (GaE e GM).

Se così fosse, tutti i 400 candidati rimanenti nelle GM potrebbero trovare collocazione all’interno della regione Lazio, in una delle province.

Questo è anche il modo in cui sono state svolte finora le assunzioni, nulla di nuovo.

La novità è che, volendo svuotare le graduatorie, poniamo invece che i candidati siano in numero superiore rispetto a quel numero stabilito dal 50%. In quel caso – ci dice il testo del DDL che dovrà ancora superare il vaglio del Parlamento – sarà richiesto ai candidati di indicare altri albi territoriali (leggasi sostanzialmente province) nelle quali richiedere di essere assunti.

Solo qualora non ci dovesse essere disponibilità in tutti gli albi territoriali scelti non si procederà all’assunzione (il testo del DDL si ferma qui, non dice cosa accadrà a chi non potrà essere assunto, se non che "A decorrere dal 1° settembre le GaE e le GM perdono efficacia ai fini dell’assunzione con contratti di qualsiasi tipo e durata".

Va precisato che ad oggi questo è un impianto solo teorico, bisognerà attendere l’approvazione definitiva da parte del Parlamento, nonchè i decreti del Ministero che ci dovranno illustrare nel dettaglio i particolari di questa operazione così complessa.

Le linee generali del DDL le abbiamo indicate in questo articolo

Immissioni in ruolo 2015: si presenterà domanda di assunzione. Per chi non trova posto graduatoria nazionale. Il testo del DDL

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads