ATA: in caso di congedo di maternità o di interdizione, posso accettare una supplenza?

Michela – Buongiorno, ho terminato il contratto a td nel privato il 31/10/2014 ed ero già in interdizione. Percepisco la maternità dall’Inps ed oggi 23/03/2015 ho partorito. Sempre oggi sono stata convocata da graduatoria d’istituto di 3 fascia per una supplenza breve di 7 giorni come collaboratrice scolastica. Posso accettare la nomina? al termine della supplenza avrò diritto all’indennità di maternità fuori nomina? Finchè sono in maternità con l’Inps non devo accettare supplenze? Cosa mi conviene? E’ chiaro che anche pochi punti mi farebbero comodo. grazie mille per l’attenzione

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Michela, in riferimento agli artt. 16 e 17 del D.Lgs. 151/2001, l’instaurazione del rapporto di lavoro deve intendersi realizzata con la semplice accettazione della nomina senza obbligo di assumere servizio.

Pertanto il personale supplente che, al momento del conferimento della supplenza, si trovi in congedo di maternità o in interdizione per gravi complicanze della gestazione, successivamente all’accettazione della nomina vedrà valutato tutto il periodo di astensione dal lavoro sia ai fini giuridici che ai fini economici nei termini della durata del rapporto di lavoro e al trattamento economico intero per tutta la durata del rapporto di lavoro.

Il rapporto di lavoro si perfeziona con la semplice accettazione della nomina, senza obbligo da parte del personale in congedo di maternità o in interdizione di assumere servizio.

Appunto per questo, il mio personale consiglio è di accettare le eventuali supplenze brevi.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads