Mobilità: domanda volontaria cartacea presentata dopo il 22 marzo non è valida

R. – In data 22/03/2015 non ho potuto rispettare il termine di presentazione della domanda on line. Per cause improvvise ho deciso in tempi brevi e non avendo avuto necessita’ di eseguire prima l’accreditamento delle credenziali necessario per accedere al sistema Sidi nel giorno di domenica 22/3/2015 la segreteria era chiusa. Ho provveduto il giorno dopo a presentare la domanda di trasferimento interprovinciale al USP di competenza in modalita’ cartacea in quanto il sistema bloccato alle 24 del giorno prima. Chiedo: la domanda che e’ stata protocollata sara’ valida? Chi valutera’ eventualmente il punteggio provvedera’ direttamente a comunicarlo alla Direzione didattica? In attesa di gradita risposta porgo i miei migliori saluti

Lalla – gent.ma, la risposta è negativa. Purtroppo, pur comprendendo la problematica, la registrazione a Istanze on line avrebbe dovuto esere fatta per tempo. E’ vero che c’era tempo fino al 22 marzo 2015 alle ore 24 per presentate la domanda ma è chiaro che il termine fosse rivolto a chi avesse i requisiti per inoltrare la domanda, registrazione compresa al sistema on line.

L’O.M 4/2015 così come il Contratto stipulato il 23 febbraio 2015 stabiliscono quale unica procedura di inoltro della domanda volontaria di mobilità la modalità on line.

Solo chi riceve la nomina a tempo indeterminato dopo il termine di scadenza per la presentazione delle domande o viene dichiarato sovrannumerario, ha 5 giorni di tempo dalla notifica del provvedimento per presentare la domanda in modalità cartacea.

Pertanto, è corretto che la domanda sia stata protocollata ma non potrà essere valutata. Se fosse vero il contrario, ancora oggi, o anche domani, o fino al giorno prima dei movimenti, si potrebbe presentare la domanda. Ma non è così.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads