Periodi utili ai fini pensionistici ed eventuali riscatti

Dsga  – Ho un docente in servizio nella scuola secondaria di primo grado con il seguente servizio: A.S. 1989-90 nominato supplente ai sensi dell’art.43 della legge 270/82 personale non licenziabile con decorrenza giuridica 1.09.1989 – 31.08.1990 che ha  assunto servizio il 27.10.1989. Ha un’assenza per malattia non retribuita per 53 giorni (dal 9 maggio al 30 giugno 1990) è utili ai fini della pensione? o il periodo ha solo valore giuridico e pertanto va riscattato? Inoltre per  i due mesi estivi non è stato retribuita anche questi sono utili ai fini della pensione o vanno riscattati? In attesa di risposta si ringrazia e si porgono cordiali saluti.

FP – Gentile Dsga,

in merito alla sua richiesta, si precisa che:

– per i periodi per i quali non vi è stato alcun versamento contributivo (né tanto meno figurativo),  questi non sono utili al trattamento pensionistico, fatta eccezione per i casi in cui specifiche disposizioni di legge non lo prevedano in modo specifico;
– il riscatto non è previsto per i periodi ante 1/1/1997;

– per i periodi estivi, il DPR 1092/73, prevede la possibilità di riscatto (sistemazione contributiva), solo se esiste una decorrenza giuridica differente da quella economica e non per i periodi utili solo ai fini giuridici.

In sostanza si vanno a coprire quei periodi intercorrenti tra la decorrenza giuridica ed economica della nomina in ruolo non coperti da servizio.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads