I requisiti per il pensionamento anticipato per gli uomini

DSGA – Buongiorno, sono un assistente amministrativo transitato dagli EE.LL. nel 2000 e assunto a tempo indeterminato il 1/9/1997. A quell’epoca presentai domanda di ricongiunzione dei contributi versati all’INPS in qualità di lavoratore autonomo (prima “Artigiano” poi “Commerciante”). Questa ricongiunzione risulta essere arrivata all’INPDAP ma non è ancora stato emesso il relativo decreto. La mia domanda è la seguente: conteggiando anche gli anni coperti dalla suddetta ricongiunzione nonchè il servizio militare di leva prestato nel 1975-76, a Settembre 2014 avrei maturato 40 anni di contributi; quando potrò andare in pensione considerando che sono nato il 15/11/1955? Avete qualche suggerimento in merito al decreto di ricongiunzione non ancora emesso? Grazie.

FP – Gentile Dsga,

considerata l’anzianità contributiva e l’ età anagrafica, la prima possibilità di pensionamento, è data dal raggiungimento del requisito per la pensione anticipata prevista dalla L. 214/2011, ovvero al raggiungimento  dell’ anzianità contributiva prescritta dalla normativa, per gli uomini, senza operare nessuna forma di arrotondamento.

I requisiti per il pensionamento anticipato per gli uomini, previsti per i prossimi anni, sono:

– 2014/2015 42 anni e 6 mesi;
– 2016/2018 42 anni e 10 mesi.

Pertanto matura il diritto alla pensione con decorrenza 1/9/2017, considerando  l’anzianità contributiva comunicata, di 40 anni  al 30/9/2014.

Per quanto concerne il decreto di ricongiunzione, le posso consigliare solo di sollecitare.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads