Mancato riconoscimento ai fini della carriera del servizio reso nel corso dell’anno 2013.

Maria – Sono un docente scuola secondaria II grado.Sul cedolino si riporta che lo scatto alla 35^ posizione è al 31/12/2016 e non 31/12/2015 ( in cui concludo il settennato per lo scatto normale), prorogato di un anno per effetto delle normative. Con il prossimo anno scolastico, avendo i requisiti, vado di ufficio in pensione, per il compimento dei 65 anni (da compiere il 2/05/2016),  l’1/09/2016 e quindi per 4 mesi non posso recuperare lo scatto. La mia domanda è se anche in stato di quiescenza, alla data del 31/12/2016, non essendo in servizio, mi sarà riconosciuto lo scatto oppure devo considerare perduti gli ultimi 7 anni come prevedeva il gradone?.Grazie.

FP – Gentile Docente,

il D.P.R. n. 122 del 4/09/2013, pubblicato sulla G.U. del 25/10/2013 – serie generale n. 251 – proroga il mancato riconoscimento ai fini della carriera del servizio reso nel corso dell’anno 2013.

Pertanto, come giustamente viene sottolineato, la sua progressione stipendiale, all’atto del pensionamento era in ritardo di 1 anno rispetto al suo “naturale andamento”.

In merito, alla possibilità di recupero dello scatto in caso di pensione, le segnalo che la note del  MIUR (nella fattispecie si parla di recupero dell’anno 2012), con nota prot. n. 2621 del 20/10/2014 avente per oggetto: “applicazione DPR 122/2013 e CCNL 7 Agosto 2014 nei procedimenti di ricostruzione di carriera, inquadramento e trattamento quiescenza – funzioni SIDI”, invita le istituzioni scolastiche e gli USR, all’aggiornamento della progressione economica del personale in quiescenza ai fini della rideterminazione dei prospetti per la  riliquidazione delle pensioni e del tfr.

Di seguito le segnalo parte della nota del MIUR: “Sono state inoltre aggiornate le funzione SIDI “Trattamento di quiescenza, “Pensioni definitive – Trasmissione dati a INPDAP- Aggiornare Pratica” allo scopo di consentire agli uffici la predisposizione del prospetto (c.d. modello PL-2) con i dati necessari per riliquidare la buonuscita con l’attribuzione di quanto previsto dall’art. 1, comma 3, del CCNL 13-3-2013 e dall’art. 1, comma 3 del CCNL 7-8-2014. Le modifiche effettuate riguardano tutte le posizioni con data di cessazione compresa tra il 1° Gennaio 2012 e il 31 Dicembre 2014.L’USR attraverso il competente ufficio, una volta ricalcolata la pratica di Ricostruzione Carriera dovrà, per le posizioni interessate, utilizzare la funzione “Aggiornare pratica”, selezionando la voce “APPL. CC.CC.NN.LL.”, per acquisire in modo automatico l’eventuale posizione stipendiale prevista dal CCNL del 7 Agosto 2014 e ricalcolare la pratica di pensione. La stampa del modello PL-2 riporterà, per il personale cessato nel suddetto periodo, la dicitura “RILIQUIDAZIONE INDENNITA’ DI BUONUSCITA A SEGUITO DI APPLICAZIONE: CCNL 13-3- 2013 e CCNL 7-8-2014”.”.

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads