Visita fiscale e post operatorio: c’è l’obbligo di reperibilità?

Elvito – dovrò operami di calcoli alla colicisti (in ospedale pubblico). Dopo l’operazione ci sarà un periodo (spero breve) di “recupero post operatorio”. Durante questo periodo potrò uscire di casa? Potrei essere oggetto di visita fiscale? Qualche collega mi parlava della differenza tra “convalescenza” e “malattia”. Esiste questa differenza? Come si chiede/specifica? Grazie.

Paolo Pizzo – Gentilissimo Elvito,

si premette che sia il ricovero ospedaliero (per “ricovero ospedaliero” si intende la degenza in ospedale per un periodo non inferiore alle 24 ore comprensivo della notte) che i periodi per convalescenza che seguono senza soluzione di continuità un ricovero o un intervento effettuato in regime di day-hospital o Macroattività in regime ospedaliero indipendentemente dalla loro durata per i quali è sufficiente una certificazione rilasciata anche dal medico curante pubblico o privato (la certificazione medica dovrà far discendere espressamente la prognosi dall´intervento subito in ospedale), non sono soggetti alla trattenuta Brunetta.

Per ciò ch invece riguarda la visita fiscale  si precisa che non esiste un divieto stabilito dalla norma, anche se a mio avviso non ce ne dovrebbe essere bisogno.

In questi casi ci poniamo una domanda: Può una struttura pubblica disporre una visita fiscale su un certificato medico di convalescenza rilasciato da un’altra struttura pubblica?

Se ciò dovesse avvenire il dirigente potrebbe incorrere nel danno all’erario.

Posted on by nella categoria Assenze
Versione stampabile
ads ads