Congedo biennale: età del coniuge del disabile e patologie invalidanti

Annarosa – sono una docente e vorrei sapere se posso chiedere il congedo biennale retribuito per assistere mio fratello che ha il riconoscimento della legge 104/92 in situazione di gravità di cui all’art.3.Chiarisco che il nucleo familiare in cui vivo è composta da me , mio fratello, mio padre (anche lui con legge 104/92 e art. 3 situazione di gravità riconosciuta ed anche diritto all’accompagnamento ) e mia madre che ha 83 anni ma non possiede alcuna documentazione attestante grave patologia. Sono consapevole che la normativa sul congedo biennale prescinde dal fatto che mia madre abbia più di 65 anni , tuttavia mi chiedo se ad 83 anni possa ritenersi idonea ad assistere due portatori di handicap grave solo perché lei stessa priva di patologia grave. Inoltre vorrei sapere se anche il medico curante può  certificare la grave patologia o è necessario il certificato della commissione medica per gli invalidi .Grazie per tutto e a presto.

Paolo Pizzo – Gentilissima Annarosa,

Il Ministero del Lavoro con INTERPELLO N. 43/2012 ha risposto ad un quesito dell’ANCI in cui si chiedeva se fosse possibile considerare l’età avanzata del coniuge convivente – superiore agli 80 anni – quale fattispecie presuntiva di uno stato invalidante, ovvero se, anche in quest’ultima circostanza, sia comunque necessaria una certificazione medica attestante l’eventuale stato patologico per considerare legittimo lo “scorrimento” di parentela a favore di altri soggetti legittimati. Questa la risposta:

la legge consente l’ampliamento della platea dei familiari legittimati a fruire del congedo di cui all’art. 42, comma 5, solo in presenza di una delle situazioni individuate dal medesimo decreto, comprovate da idonea documentazione medica. Ciò in quanto si ritiene che i soggetti affetti da tali patologie non siano in grado di prestare un’adeguata assistenza alla persona in condizioni di handicap grave (cfr. circ. 1/2012, par. 3; circ. 28/2012, par. 1.1. citate). In base a quanto sopra è possibile dunque sostenere che il diritto a fruire dei congedi in questione possa essere goduto da un soggetto diverso dal precedente “titolare” solo in ragione delle ipotesi tassativamente indicate dal Legislatore, fra le quali rientra quella legata alla presenza di “patologie invalidanti”. In tal senso, pertanto, l’età avanzata del titolare del diritto non costituisce un requisito sufficiente per legittimare il godimento del congedo da parte di altri soggetti titolati.

Pertanto stando a come hanno scritto la legge non hai margine di ottenere il congedo, a meno che non presenti delle certificazioni con delle patologie invalidanti di tua madre.

Ai fini dell’individuazione delle “patologie invalidanti”, in assenza di un’esplicita definizione di legge, si deve prendere a riferimento soltanto quelle, a carattere permanente, indicate dall’art. 2, comma 1, lettera d), numeri 1, 2 e 3 del Decreto Interministeriale  n. 278 del 21 luglio 2000 (Regolamento recante disposizioni di attuazione dell’articolo 4 della L. 8 marzo 2000, n. 53, concernente congedi per eventi e cause particolari), che individua le ipotesi in cui è possibile accordare il congedo per gravi motivi di cui all’art. 4, comma 2, della legge n. 53 del 2000:

1)  patologie  acute  o  croniche  che determinano temporanea o permanente  riduzione o perdita dell’autonomia personale, ivi incluse le  affezioni  croniche  di natura congenita, reumatica, neoplastica, infettiva,      dismetabolica,      post-traumatica,     neurologica, neuromuscolare,  psichiatrica,  derivanti  da dipendenze, a carattere evolutivo o soggette a riacutizzazioni periodiche;

2)   patologie  acute  o  croniche  che  richiedono  assistenza continuativa   o   frequenti   monitoraggi  clinici,  ematochimici  e strumentali;

3)  patologie acute o croniche che richiedono la partecipazione attiva del familiare nel trattamento sanitario.

Ti invito a rivolgerti al tuo medico di famiglia per sapere qual è l’eventuale iter da adottare.

Posted on by nella categoria Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads