Diritto alla pensione anticipata nel 2019

Umberto  – sono un insegnante di ruolo, sono nato il 01 dicembre 1954 e avrò 39 anni e 3 mesi di contributi il 01 dicembre 2015. Visto che dal 2016 ci sarà un’ulteriore allungamento dell’età pensionabile di altri 4 mesi, ti chiedo quando  potrò andare in pensione.

FP – Gentile Umberto,

in merito all’allungamento dei requisiti per la pensione, per opportuna conoscenza le evidenzio quanto pubblicato sulla gazzetta ufficiale n. 301 del 30/12/2014:

“1. A decorrere dal 1° gennaio  2016,  i  requisiti  di  accesso  ai trattamenti  pensionistici  di  cui  all’art.  12,  commi  12-bis   e 12- quater, fermo restando quanto  previsto  dall’ultimo  periodo  del predetto comma 12-quater, del decreto-legge 30 luglio  2010,  n.  78, convertito, con modificazioni, dalla legge 30 luglio 2010, n. 122,  e successive modificazioni   e   integrazioni,   sono   ulteriormente incrementati di 4 mesi e i valori di somma di età  anagrafica  e  di anzianità contributiva di cui alla Tabella B allegata alla legge  23 agosto 2004, n. 243, e successive modificazioni,  sono  ulteriormente incrementati di 0,3 unità.”considerata la sua anzianità contributiva (39 anni e 3 mesi al 1/12/15) e la sua età anagrafica, la prima possibilità di “uscita” secondo quanto previsto dalla L. 214/2011 (Riforma Fornero) è data dal raggiungimento del requisito per la pensione anticipata.

Considerata la sua anzianità contributiva e la sua età anagrafica, la prima possibilità di “uscita” secondo quanto previsto dalla L. 214/2011 (Riforma Fornero) è data dal raggiungimento del requisito per la pensione anticipata.

Di seguito le indico i requisiti previsti per la pensione anticipata per gli uomini, per i prossimi anni:
– dal 2014 al 2015 42 anni e 6 mesi;
– dal 2016 al 2018 42 anni e 10 mesi;
– dal 2019 al 2020 43 anni e 2 mnesi.

Per effetto dei suddetti requisiti maura il diritto alla pensione anticipata nel 2019.

Si precisa che matura il diritto alla pensione con decorrenza 1/9/2019, nonostante il requisito venga soddisfatto successivamente, secondo quanto prescritto dall’art. 59, c.9 della L.449/97, che consente l’accesso al pensionamento all’inizio del nuovo anno scolastico (rispettivamente 1° settembre) ancorché i requisiti prescritti vengano maturati entro il 31 dicembre del medesimo anno.

Posted on by nella categoria Pensioni
Versione stampabile
ads ads