Graduatoria interna: assistenza al disabile. Chiarimenti per la scuola

Scuola  – Vorrei avere un chiarimento riguardo la compilazione della graduatoria interna dei collaboratori scolastici. Ci sono in servizio 2 collaboratori che usufruiscono dei benefici della L. 104 e precisamente il primo per la figlia maggiorenne in situazione di gravità art. 3 comma 3 non rivedibile, il secondo per il suocero sempre art. 3 comma 3 non rivedibile. ma  mentre il primo coll.( e la figlia) non sono residenti nel comune dove è ubicata la scuola, il secondo è residente nel Comune dove è ubicata la scuola ma l’assistito(suocero)  è residente fuori provincia. Tutti e due i collaboratori non hanno prodotto domanda di trasferimento per l’avvicinamento all’assistito, ma hanno chiesto l’esclusione dalla graduatoria.

Paolo Pizzo  – Gentile scuola,

nessuno dei due collaboratori può essere escluso dalla graduatoria interna.

Si premette che l’assistenza al suocero non ètra le precedenze previste  dal punto V dell’art 7/1 del CCNI.

Pertanto il collaboratore in questione non ha diritto alla precedenza nella domanda di mobilità né tanto meno all’esclusione dalla graduatoria interna, a prescindere se abbia o meno prodotto domanda di trasferimento, atteso che il comma 2 dell’art 7 richiama proprio il punto V ai fini dell’esclusione da detta graduatoria.

Per il primo collaboratore, invece, che avrebbe diritto all’esclusione dalla graduatoria per assistenza alla figlia, la stessa esclusione dovrà essere negata perché il dipendente aveva l’obbligo di produrre domanda volontaria di trasferimento indicando come prima preferenza il comune di residenza della figlia (art. 7/2).

Posted on by nella categoria Graduatorie interne di istituto (docenti di ruolo), Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads