Il diritto alla ricostruzione di carriera è prescrivibile ovvero dalla conferma in ruolo decorre l’inizio della prescrizione

Tiziana  – Buongiorno. Chiedo cortesemente alcuni chiarimenti relativi alla mia ricostruzione di carriera. Spiego meglio quanto mi sta succedendo. Sono entrata in ruolo a settembre 2010 (2010-2011 anno di prova). A giugno 2014 ho presentato domanda di ricostruzione carriera nell’istituto di titolarità, dove però nel frattempo ho perso tutte le ore di insegnamento. Sono stata trasferita d’ufficio in altro istituto e a settembre, accorgendomi che lo stipendio rimaneva sempre lo stesso, ho chiesto a che punto fosse la mia pratica. La risposta è stata evasiva e dopo mie ripetute telefonate di sollecitazione mi è stato detto che avrebbe dovuto occuparsene l’istituto di nuova titolarità, dove però il mio fascicolo non è mai arrivato. Se ho capito bene, considerando il mio ingresso effettivo in ruolo nelll’A.S. 2011-12, il termine ultimo per la presentazione della mia domanda dovrebbe essere settembre 2016 (è corretto?). C’è un limite massimo di tempo entro il quale l’istituto di precedente titolarità deve inviare la documentazione all’istituto attuale? Ciò che sto perdendo a causa dei ritardi nella presentazione della domanda, in termini di stipendio (ancora a livello di precaria) e scatti di anzianità, mi verrà poi in qualche modo restituito a ricostruzione avvenuta? Ringraziando fin d’ora, porgo cordiali saluti.

FP – Gentile Tiziana,

come in un post precedente, le chiarisco che il diritto alla ricostruzione di carriera decorre dal primo giorno successivo al superamento del periodo di prova.

E’ bene precisare che il diritto alla ricostruzione di carriera è un diritto prescrivibile ovvero dalla conferma in ruolo decorre l’inizio della prescrizione.

La prescrizione del diritto alla ricostruzione di carriera è di 10 anni (dalla conferma in ruolo), mentre il diritto a percepire gli arretrati si prescrive dopo 5 anni.

Nel suo caso specifico:

a.s. 2010/2011 – periodo di prova;

dall’ a.s. 2011/2012 all’a.s. 2020/2021 – diritto alla presentazione, da parte sua, della domanda di ricostruzione di carriera alla scuola di titolarità;

dall’ a.s. 2016/2017 – inizio di prescrizione degli arretrati.

La competenza dell’intero processo della ricostruzione di carriera, è di competenza della scuola di titolarità.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads