Il Dirigente Scolastico può chiudere la scuola solo se tutto il personale ha esplicitamente dichiarato di scioperare

Elisabetta – Sono un docente di sostegno della scuola primaria neo immessa in ruolo quest’anno. Il 5 maggio non farò sciopero. Se quella mattina mi presento a scuola e nessuno mi apre il cancello e il portone di ingresso (tutti potrebbero fare sciopero tranne me o in assenza dei bidelli la segreteria potrebbe decidere di non aprire), come mi devo comportare? Come dimostro che ho preso servizio in questo caso? Nel foglio di adesione si chiede se si sciopera oppure no e io ho già comunicato alla scuola che non sciopererò. Cordialità.

Lalla – gent.ma Elisabetta, il foglio predisposto dal Dirigente Scolastico è corretto e di fronte alla tua volontaria ed esplicita dichiarazione è già implicito che la scuola non potrà essere chiusa il 5 maggio.

Il contratto di istituto regola quali sono le funzioni di ciascuno in questa occasione, e a chi toccerà aprire. Pertanto tu prenderai servizio e dovrai rimanere fino all’espletamento delle tue ore di servizio, a meno che il Dirigente Scolastico non sospenderà le lezioni perchè non in grado di assicurare il servizio minimo.

Pertanto, non preoccuparti, nessun Dirigente Scolastico ostacolerà la volontà di non aderire allo sciopero.

Ti linkiamo il vademecum sullo sciopero, utile anche a chi ha deciso di non aderire (ti ricordiamo che una volta comunicata, la scelta è irrevocabile, in quanto viene comunicata alla famiglie).

Vademecum sciopero. Non c’è obbligo di comunicazione. Come devono comportarsi insegnanti e ATA, quanto costa

Posted on by nella categoria Sciopero
Versione stampabile
ads ads