E’ possibile spostare il consiglio di classe programmato per il 5 maggio, giorno dello sciopero?

Renata – Nel Piano Annuale delle attività avevamo in programma i consigli di classe dal 5 al 8 maggio. Ieri è uscita la circolare in cui si comunica che i consigli saranno dal 6 al 12 maggio. A parte il fatto che la DS ha voluto evitare la giornata del 5 maggio dello sciopero generale, può un dirigente cambiare le date delle convocazioni di incontri deliberati nel Piano delle attività? Grazie

Lalla – gent.ma Renata, premesso che non ho una risposta certa, ti invito a riflettere insieme a me.

La FLC CGIL scrive

  1. In presenza di attività collegiali (obbligatorie) programmate nel piano delle attività nella giornata del 5 maggio (ad esempio il collegio docenti, i consigli di classe, incontri collegiali o individuali con i genitori, ecc…) queste non possono essere spostate a data successiva; anche in questo caso si configurerebbe come comportamento antisindacale tendente a vanificare gli effetti dello sciopero. Ovviamente chi aderisce allo sciopero, trattandosi di sciopero per l’intera giornata, non è tenuto a parteciparvi. Altra cosa è riconvocare, ma successivamente allo sciopero e sempre entro i limiti e con le procedure di cui all’ art. 29 del CCNL/07 , quella determinata attività, se non si è potuta svolgere per il livello di adesione allo sciopero e ritenuta necessaria. Ovviamente, le ore previste nella giornata dello sciopero vanno computate nei limiti massimi di servizio obbligatori, anche se quella attività non è stato possibile effettuarla.

Per la predisposizione delle attività del piano annuale andiamo a leggere cosa dice il CCNL, art. 28 comma 4

"Prima dell’inizio delle lezioni, il dirigente scolastico predispone, sulla base delle eventuali proposte degli organi collegiali, il piano annuale delle attività e i conseguenti impegni del personale docente, che sono conferiti in forma scritta e che possono prevedere attività aggiuntive. Il piano, comprensivo degli impegni di lavoro, è deliberato dal collegio dei docenti nel quadro della programmazione dell’azione didattico-educativa e con la stessa procedura è modificato, nel corso dell’anno scolastico, per far fronte a nuove esigenze."

Non avrebbe senso rifare tutto questo iter per spostare un’attività programmata perchè coincidente con una giornata di sciopero (ci sono state altre giornate di sciopero durante quest’anno scolastico, il Dirigente come si è comportato?)

Di fatto, tra l’altro non esiste il raggiungimento di un quorum per poter dichiarare valida la seduta del consiglio di classe.

Posted on by nella categoria Sciopero
Versione stampabile
ads ads