Graduatorie I FASCIA ATA: il calcolo del servizio in fase di aggiornamento

Antonio – salve, da alcuni anni ho qualche problema di calcolo del punteggio ata con il provveditorato di Roma. La situzione è che calcolando i periodi allo stesso modo a Roma attribuiscono un punteggio e a Caserta (amici) ottengono un punteggio diverso…

La modalità di calcolo è la seguente:

– partenza dal giorno immediatamente successivo dalla dichiarazione dell’anno precedente di aggiornamento ( ed è qui che cambia da regione in regione…. ma come può cambiare? non dovrebbero avere tutti la stessa metodologia?) esempio anno 2014 dichiarazione fino al 8 marzo con scadenza bando (sempre ad esempio) 23 Marzo. anno 2015 calcolo aggiornamento a partire dal 9/03/14 fino alla scadenza attuale 24/04/2015….

ed ecco che non mi trovo:

il mio amico ottiene per 10 mesi e 16 giorni 5,5 punti in provincia di Caserta

io ottengo 10 mesi e 1 giorno 5 punti in provincia di roma.

Nell’esempio i due conteggi ipotetici iniziano dalla stessa data e terminano alla stessa data la differenza è solo di calcolo, infatti il provveditorato di roma inizia il conteggio dalla data del giorno successivo di fine bando anno precedente( nell’esempio 24 marzo inizio prossimo calcolo) mentre il provveditorato di caserta il calcolo riprende dal giorno successivo alla fine dell’anno precedente (nell’esempio 9 marzo inizio calcolo e termine 24 aprile).

non so se ha il quadro chiaro di quello che dicevo ma in sintesi a Roma i conteggi partono dalla data successiva del bando e a Caserta il calcolo inizia dal giorno immediatamente successivo alla dichiarazione dell’anno precedente….

Sicuramente uno dei due compie un calcolo illegittimo resta solo da capire chi sbaglia!

Dunque sarei grato se lei potesse esprimere un proprio giudizio, restando comunque a disposizione per ulteriori delucidazioni nel caso io non fossi stato chiaro.

Certo di un cortese riscontro porgo Distinti Saluti

di Giovanni Calandrino – Gentile Antonio, per non creare tali malintesi è opportuno attenersi alle indicazioni fornite dal MIUR. L’aggiornamento del punteggio, è opportuno eseguirlo dal primo giorno dopo la scadenza dello scorso bando con necessario riferimento alla nota 2 dell’O.M. n. 21 del 23 febbraio 2009, che stabilisce la metodologia del calcolo dei mesi di servizio, come segue:

  • come da calendario i mesi interi, risultando irrilevante il numero dei giorni di cui ogni singolo mese è composto;
  • in ragione di un mese ogni 30 gg. la somma delle frazioni di mese;
  • come mese intero, la eventuale frazione di mese residua superiore a 15 gg.

Non è pertanto ammissibile un computo basato sull’espressione di tutto il servizio in giorni riconducendoli poi a mese mediante una divisione per trenta.

I periodi continuativi articolati su più mesi sono calcolati partendo dal primo giorno di servizio. Si conteggia poi il periodo intercorrente tra tale giorno ed il giorno immediatamente precedente del/i mese/i successivo/i. Si procede infine al computo dei giorni restanti di tale ultimo mese, come da calendario.

Non a caso ho sempre consigliato, al personale in servizio, di consegnare la domanda di aggiornamento l’ultimo giorno di scadenza del bando…

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads