La partecipazione degli studenti allo sciopero del 5 maggio

Giulia – Gentile OrizzonteScuola, sono insegnante precaria abilitata nella CC A019 con incarico a td in provincia di Vercelli, aderirò allo sciopero generale del 5 maggio. Ho chiesto ai miei studenti di venire a scuola martedì. Loro erano perplessi perchè la scuola ha mandato un comunicato agli studenti nel quale si comunicava che martedì, a causa dello sciopero ci saranno probabili disservizi.

Io ho detto loro che lo sciopero vuole proprio creare disservizi e che io stesso manderò mia figlia (quinta scuola primaria) a scuola nonostante io sia a conoscenza che le sue insegnanti (di ruolo) aderiranno allo sciopero.

Stasera vengo contattata su FB e su Whatsapp dalla rappresentante di una mia classe che mi dice che girano messaggi che invitano i ragazzi a mancare da scuola per partecipare allo sciopero, e mi chiede come devono regolarsi.

Io dico che lo sciopero è organizzato secondo le regole sindacali del personale della scuola, che avrei fatto loro conoscere tale normativa di riferimento. Ma non la trovo. Potete aiutarmi? Spero di non essere stata prolissa. Grazie di tutto

Lalla – gent.ma Giulia, la circolare letta agli studenti rientra negli obblighi del Dirigente Scolastico e non è diversa da quella che sarà stata letta in occasione di qualsiasi sciopero (il precedente è stato quello del 24 aprile). La scuola deve infatti comunicare che, in ragione dello sciopero, potrebbero creare disservizi; in conseguenza di tale comunicazione gli studenti e le famiglie decidono se partecipare alle lezioni in quella giornata o meno. Se non sei alla tua prima supplenza, forse non ha mai fatto caso a questa comunicazione perchè l’adesione preventiva allo sciopero, da molti anni, non è stata così alta come quella per la giornata del 5 maggio.

Quindi, comunicazione del Dirigente assolutamente corretta, comportamento di chi ha inviato messaggi agli studenti attraverso i social, così così. Agli studenti infatti, a mio parere (e ritengo sia questa la tua esigenza) le situazioni vanno spiegate per bene, utilizzare questo metodo vuol dire solo far leva sul loro spirito “vacanziero”.

Gli studenti possono partecipare allo sciopero del 5 maggio? Sì, ma come liberi cittadini che manifestano un’idea, o che appoggiano quella dei lori insegnanti, a meno che non facciano parte di gruppi studenteschi che abbiano avuto esplicita autorizzazione a partecipare alla manifestazione (vedi Sciopero 5 maggio della scuola. Gli studenti saranno accanto ai lavoratori )

Pertanto, poichè lo sciopero è stato proclamato per il personale della scuola (non esiste un diritto allo sciopero degli studenti, bensì alla manifestazione ) se gli studenti in quella giornata si assenteranno da scuola dovranno, come per qualsiasi altra assenza, portare la giustificazione e la giornata sarà conteggiata nel limite consentito perchè l’anno scolastico sia valido. Poichè siamo a fine anno scolastico forse è anche bene ricordare agli studenti la normativa sul limite massimo delle assenze consentite

Si prevede che saranno moltissimi gli studenti in piazza insieme ai loro insegnanti, ma il loro non è uno sciopero, bensì una manifestazione di dissenso. Bisogna anche accertarsi che la scuola non abbia adottato particolari regolamenti restrittivi contro eventuali “assenze di massa”, anche in questo caso sarebbero giustificate dalla circolare che annunciava eventuali disservizi.

Quanto al tuo consiglio di andare a scuola perchè gli studenti devono subìre il disagio creato dallo sciopero, non concordo. Gli studenti, in ragione della circolare, hanno il diritto individuale di scegliere se recarsi a scuola o meno (in quest’ultimo caso giustificando l’assenza). Da assenti, possono decidere di partecipare alla manifestazione, meglio se con gruppi di studenti che hanno ricevuto autorizzazione (questo è bene farlo sapere anche ai genitori). Tra l’altro il disservizio a mio parere non consiste nel fatto di dover attendere un prof. che non si presenta in classe, ma si realizza nel momento in cui hai negato allo studente il diritto allo studio.

Posted on by nella categoria Sciopero
Versione stampabile
ads ads