Mobilità ATA: in caso di perdente posto la nuova domanda di mobilità sostituisce la precedente

Monika – Carissima Lalla, sono un’assistente amministrativa titolare nella provincia di Milano, ho presentato domanda di trasferimento volontaria per le provincie di Varese e Milano, in quanto preferirei lavorare nella mia provincia di residenza che è Varese.

In base agli alunni iscritti e alla graduatoria interna risulterò perdente posto, non volendo partecipare ad un possibile reintegro negli anni successivi nella scuola di attuale titolarità, chiedo se sono obbligata a produrre domanda di trasferimento come perdente posto e cosa succederebbe alla mia domanda volontaria ?? verrebbe annullata??

E se non produco domanda come perdente posto partecipo ugualmente ai movimenti interproviciali?

La leggo sempre e apprezzo molto le sue risposte chiare ed esaustive,le chiedo cortesemente un chiarimento, perchè non ho chiare le possibili situazioni in cui potrei trovarmi, non vorrei perdere la possibilità di partecipare ai movimenti per la provincia di Varese

La ringrazio per la cortese attenzione e rimango in attesa di un suo cenno. Distinti saluti

di Giovanni Calandrino – Gentilissima Monika, si può diventare perdente posto perché nella nuova tabella organica definita dall’amministrazione è possibile che ci sia un minore numero di posti del proprio profilo. In questo caso un numero di lavoratori pari ai posti in meno deve essere ricollocato in altra scuola.

Innanzitutto le consiglio di controllare bene il proprio punteggio nelle graduatorie interne e quello attribuito ai colleghi direttamente coinvolti. Le ricordo che se ci sono errori si deve presentare al capo d’istituto reclamo circostanziato entro 10 giorni dalla pubblicazione della graduatoria.

Detto ciò, per evitare che le sia assegnata una sede d’ufficio deve presentare entro 5 giorni, dalla comunicazione di perdente posto, domanda (su carta) di mobilità. Nel caso in cui sia già stata presentata una domanda volontaria, la nuova sostituisce la precedente.

Tuttavia rimane possibile l’eventualità, se ci si vuole avvalere del diritto a rientrare nella scuola attuale con precedenza nei successivi 8 anni (mantenendo anche il punteggio della continuità), di presentare domanda di trasferimento “condizionata”. Mi pare di capire, da quesito che non è il suo caso.

Naturalmente, si ricorda che nella nuova istanza di mobilità, può scegliere di presentare domanda anche per la provincia di Varese.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads