Concorso 2015 e requisiti di accesso ITP

Luigi – Carissimi di Orizzontescuola,Vi scrivo questa mail perché ormai non so più a chi rivolgermi per avere risposte soddisfacenti, e portare alla luce la mia situazione riguardo le difficoltà (o meglio l’impossibilità) nel diventare un docente a tutti gli effetti.Mi spiego meglio…Sono un insegnante tecnico pratico nelle classi di concorso C500 e C510, faccio parte della terza fascia di istituto e fino ad oggi ho lavorato per due anni scolastici come ITP presso un istituto statale con contratti al 30 giugno.

Non possiedo un’abilitazione (il PAS, l’unica abilitazione possibile per gli itp) in quanto sia all’epoca che tutt’ora non dispongo dei requisiti dei giorni di servizio per accedervi.In contrapposizione all’abilitazione dispongo di una laurea triennale in un corso di laurea inerente le mie materie di insegnamento;Tengo a precisare che la mia stessa università ha attuato il PAS lo scorso anno, e le materie dei vari esami erano per la gran parte le stesse trattate da me nei vari esami svolti durante il mio percorso di studio universitario, tra l’altro con gli stessi docenti universitari.

Nonostante questo la mia laurea non vale niente se non i tre punti nella graduatoria di istituto di terza fascia e mi sento preso in giro.Capisco che gli iscritti in seconda fascia (riferendomi alle classi di concorso C) hanno una priorità per il concorso o per l’immissione in ruolo, ma vorrei che il PAS o un percorso abilitante ordinario (che non preveda il requisito del servizio) sia attivato anche per gli ITP che sono stati dimenticati da tutti e da tutto.

Altre domande che mi pongo, ora che si è stabilito che al concorso possono partecipare solo gli abilitati di seconda fascia, sono:
-Perché nel concorso per docenti del 2012 le classi di concorso C sono state tutte escluse ad eccezione della classe C430, nonostante i posti disponibili per le varie classi c’erano e ci sono tutt’ora?
-Perché nel 2012 per la classe di concorso in questione l’unico requisito era il possesso del diploma, mentre ora si richiede l’abilitazione per gli altri?
-Perché io insegnante di terza fascia (itp) non potrò mai abilitarmi a causa della mancanza di percorsi abilitanti?

Io credo fermamente nel mio lavoro e nei valori che trasmetto ai miei alunni, sono molto motivato e credo che un insegnante debba sempre migliorare se stesso, non smettere mai di studiare per perfezionarsi nel tempo, cosa che non riscontro nei miei colleghi di ruolo che hanno perso la loro motivazione. Un giorno in futuro vorrei diventare un insegante di ruolo a tutti gli effetti perché ora sono solo un lavoratore precario stagionale che si impegna molto, ma tale impegno, non viene considerato nei dai colleghi ne dai presidi ne dagli alunni perché non di ruolo. Cordialmente, Un precario della scuola

Lalla – gent.mo Luigi, comprendiamo le preoccupazioni della tua categoria. Il Ministero non propone corsi abilitanti regolari e ordinari (non esiste un TFA per le classi di concorso C, sia nel 2005 che nel 2013 si sono avuti solo corsi speciali, con accesso garantito dal servizio) e dall’altro la compagine politica (il PD) vuole modificare i requisiti di accesso al concorso limitando il diritto ai soli docenti in possesso di abilitazione. Una palese contraddizione, alimentata dal fatto che per tali classi di concorso ci sono molti posti vacanti e disponibili, per cui vengono assegnate supplenze al 31 agosto.

Non so dirti il motivo per cui nel concorso 2012 sia stata bandita solo la classe di concorso C430, è stato ampiamente dimostrato che il conteggio di quei posti non era reale e solo adesso è stata individuata una soluzione attraverso il piano straordinario.

E tuttavia, al momento nei nostri articoli ci siamo basati esclusivamente su quanto dichiarato dal Partito Democratico. La nostra impressione è che per classi di concorso della tabella C (TP) e Personale Educativo l’accesso ai concorsi possa rimanere invariato (possesso del titolo conseguito entro la data di scadenza del bando) e che all’abilitazione già conseguita dai colleghi possa corrispondere (come per tutti gli altri docenti abilitati) una quota riservata di posti.

Riteniamo pertanto che la "partita ITP" (ma come del resto tutto il discorso dei requisiti di accesso) non sia ancora conclusa.

Posted on by nella categoria Concorso docenti
Versione stampabile
ads ads