5 maggio: ero in ferie ma il Dirigente vuole inserirmi tra gli scioperanti

Alessia – gentile Lalla, sono un’insegnante di scuola primaria di primo grado che gia’ dal mese di febbraio 2015 aveva preventivamente chiesto al proprio dirigente scolastico, per il giorno 4 e 5 maggio, due giorni di ferie, trovando le opportune sostituzioni dei colleghi docenti. Il dirigente aveva accordato questi giorni di ferie.

Successivamente, essendo stato programmato per il 5 maggio un giorno di sciopero nazionale, i colleghi che inizialmente avevano accondisceso a sostituirmi per quel giorno, si sono sentiti liberi di scioperare e lo hanno fatto, non coprendo più di fatto il mio orario.

Nonostante questo NON abbia comportato nessun aggravio economico per la scuola, dal momento che nessun alunno e’ entrato, il dirigente oggi mi ha detto che deve considerare anche per me la giornata del 5 maggio come giorno di sciopero perche’ e’ venuto meno l’impegno dei miei colleghi a sostituirmi dunque mi ha revocato il giorno di ferie e mi ha inserito come docente scioperante.

Volevo sapere se poteva fare una cosa del genere o se comunque le ferie firmate devono essere considerate tali, a prescindere da qualsiasi altro evento successivo e inaspettato che possa verificarsi. grazie

Lalla – gent.ma Alessia, il Dirigente Scolastico non può revocare il giorno di ferie dopo che tu ne hai usufruito dietro sua autorizzazione (ti consiglio di allertare le RSU).

Il Dirigente avrebbe invece potuto avvertirti, anche il giorno prima, che non potendo preventivare l’adesione allo sciopero perchè non preventivamente comunicata dai colleghi, si trovava costretto a revocare la concessione del giorno di ferie in quanto venivano meno le modalità precedenti.

In questo modo avrebbe dato anche a te di scegliere se aderire allo sciopero (nessuno può essere inserito nel numero degli scioperanti contro la propria volontà) oppure richiedere un permesso retribuito, oppure andare regolarmente a scuola.

Ti faccio un esempio che dimostra quanto il ragionamento del Dirigente Scolastico non sia logico. Poniamo il caso che il 5 maggio era un normale giorno di lezione e che sfortunatamente tutti i docenti che avevano preso l’impegno di sostituirti avessero preso per quella giornata un permesso per malattia (avvertendo la scuola la mattina stessa),e che non ci fosse altro modo per sostituirti. Cosa avrebbe fatto in quel caso il Dirigente? Avrebbe potuto revocare a posteriori il giorno di ferie? E come ti considerava? Avrebbe potuto costringerti a richiedere a posteriori un permesso dopo aver accordato le ferie? No.

Posted on by nella categoria Sciopero
Versione stampabile
ads ads