Graduatorie I FASCIA ATA: come viene valutato il punteggio salva – precari, in caso di cambio provincia?

Salve, in relazione al seguente quesito : Un assistente amministrativo che previo depennamento dalla graduatoria provinciale permanente di una provincia, chiede l’inserimento in altra provincia, ha diritto a mantenere il medesimo punteggio che aveva nella graduatoria provinciale permanente della provincia di depennamento ?Avete cortesemente risposto che la risposta è negativa. Vi ringrazio per la sollecitudine nella risposta .Tuttavia ho trovato questa circolare, che allego,che mi fa entrare in crisi. Da una lettura della stessa sembrerebbe che chi cambia provincia a diritto a mantenere il punteggio a qualsiasi titolo acquisito anche in caso di cambio provincia.
Che ne pensate ? Vi ringrazio anticipatamente

di Giovanni Calandrino – Gentilissima, la nota a cui lei fa riferimento ovvero la Prot. n. 6513 del 04/09/2012, fornisce dei chiarimenti sulla corretta valutazione del punteggio già acquisito, in particolar modo, si forniscono indicazioni sulla esatta determinazione del punteggio a titolo del “salva precari” ai sensi della Legge 167 del 24 novembre 2009, art. 1 cc. 2, 3 e 4, e relativi DD.MM.

Ovvero, il personale che ha chiesto l’inclusione nella terza fascia delle graduatorie di istituto di altra provincia, per il successivo inserimento nella graduatoria permanente della medesima provincia. Conserva il diritto di riconoscimento del punteggio attribuito dal “Salva precari” (della vecchia provincia) anche in fase di nuovo inserimento (nella nuova provincia).

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads