Mobilità: il trasferimento da posto di sostegno a posto comune è nelle II fase anche se nello stesso comune di titolarità

Martina  – sono una docente di sostegno di scuola primaria in ruolo dal 2010/2011 in servizio presso l’IC di Grottammare con trasferimento dall’attuale a.s. (14/15) Ho fatto quest’anno la domanda di trasferimento su posto comune solo per il Comune di Grottammare. Lunedì sono uscite le graduatorie ma la mia richiesta non è stata accolta mentre quelle di altre mie colleghe che hanno richiesto sempre il passaggio da posto sostegno a posto comune nell’ambito dello stesso Comune di attuale servizio sono state accolte. Il posto disponibile nella mia scuola è stato attribuito ad una docente con un maggior punteggio rispetto al mio ma proveniente da altro comune. La mia domanda è: non avrei dovuto avere anche io come le altre la precedenza sul mio comune di servizio attuale?  La saluto e la ringrazio.

Paolo Pizzo – Gentilissima Martina,

il movimento è corretto.

Giova infatti ricordare che tu hai partecipato alla II fase dei trasferimenti ovvero tra comuni diversi, anche se hai chiesto posti comuni in scuole del comune dove sei attualmente titolare.

Sono infatti compresi nella seconda fase i trasferimenti dei docenti titolari dei posti di sostegno che transitano sui posti comuni ovvero sulle cattedre curricolari delle scuole della stessa provincia, anche se il trasferimento è per scuole dello stesso comune.

Pertanto tu hai partecipato al trasferimento, a punteggio, con tutti i docenti da fuori comune a nulla quindi rilevando che hai chiesto posti comuni dello stesso comune di titolarità.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads