Supplenze e aspettative: chiarimenti per la scuola

Scuola – Buongiorno, vorrei porle due quesiti: 1) una docente di scuola primaria ha chiesto tre giorni per motivi di famiglia (giovedi – venerdi – lunedi), la supplente avrà due contratti o un unico contratto con il pagamento del sabato e della domenica? 2)Se una docente attualmente in aspettativa non retribuita per motivi di famiglia fino al 30 giugno viene ricoverata presso una struttura ospedaliera causa intervento chirurgico, può sospendere l’aspettativa senza assegni già registrata dalla ragioneria e fare domanda di malattia? Grazie anticipatamente.

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

il contratto dovrà ricomprendere anche la domenica con un unico periodo fino al lunedì. Ciò perché la scuola è già a conoscenza dell’assenza della docente che coprirà anche il lunedì (art 7/4 DM 131/07).

Il parere è negativo. L’ARAN in Orientamento Applicativo ha sottolineato come l’interruzione dell’aspettativa non sia prevista dalla norma. Al limite potrà essere interrotta per l’ipotesi di gravi patologie che determinano lunghi periodi di assenza, atteso che tale situazione genera impossibilità di assolvere a doveri lavorativi e a svolgere prestazioni specifiche non giustificabile con l’aspettativa per motivi di famiglia.

Posted on by nella categoria Supplenze, Permessi e aspettative
Versione stampabile
ads ads