E dopo i 36 mesi di supplenze?

Chiara – Non comprendo il significato di questo emendamento: cosa vuol dire al massimo 36 mesi di supplenze, dato che l’unico modo per entrare in ruolo è il concorso? Dopo 36 mesi di servizio nella statale (da quest’anno) uno quindi può essere assunto?

Riforma. Supplenze: limite 36 mesi su posti vacanti, no retroattivo. Fondo ricorsi risarcimento. Camera approva

Attendo risposta, grazie!!!
insegnante Scuola Primaria abilitata con SFP e anche con il sostegno ma non inserita nelle GAE poichè immatricolata nel 2008.

Lalla – gent.ma Chiara, la norma (nella formulazione approvata dalla Camera) prevede che il docente precario possa svolgere al massimo, su posti vacanti e disponibili, 36 mesi di servizio.

Quindi il limite è riferito esclusivamente alle supplenze su posti vacanti e disponibili, non a tutte le supplenze in generale. Secondo le previsioni di chi ha approvato tale emendamento non si verrà a creare alcun problema perchè i concorsi dovranno essere regolari, ogni 3 anni. Quindi in uno stato ottimale di cose, dopo 3 anni di supplenze su posto vacante, dovresti partecipare al concorso, vincerlo ed essere assunto immediatamente.

Nel caso contrario potrai continuare ad essere destinataria di supplenze, ma non su posti vacanti e disponibili.

Fortemente contestata (giudicata al limite dell’incostituzionalità) il Partito Democratico crede di aver risposto così al richiamo della sentenza della Corte di giustizia europea sull’abuso dei contratti a termine e l’unico aggiustamento concesso è stato quello di non rendere la noma retroattiva.

Adesso il provvedimento dovrà essere vagliato al Senato, vediamo come sarà interpretato.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads