Il servizio pre – ruolo riconosciuto ai fini della progressione della carriera non può mai essere a soli fini giuridici

Scuola – Si pone il seguente quesito: i servizi “validi ai soli fini giuridici” sono utili ai fini della ricostruzione della carriera? Se la risposta dipende dalla motivazione di tale tipo di nomina si specifica i due casi: Un caso il servizio valido ai soli fini giuridici è dovuto al fatto che la supplente era in astensione obbligatoria; Nell’altro caso il servizio valido ai soli fini giuridici è dovuto ad  una nomina nell’a.s. 2000/01 quando le graduatorie permanenti definitive furono pronte ad a.s. già avviato e fu emesso il D.L. 16 del 19/02/01 con il quale si salvaguardava i supplenti già nominati con una nomina giuridica. La segreteria.

FP – Gentile Scuola,

in merito alla sua richiesta, si segnale che: il servizio pre – ruolo riconosciuto ai fini della progressione della carriera non può mai essere a soli fini giuridici, infatti l’art. 485 del D.L.v 297/1994 al comma 1 prevede che il servizio pre- ruolo sia riconosciuto “come servizio di ruolo ai fini giuridici ed economici, per intero per i primi quattro anni e per i due terzi del periodo eventualmente eccedente, nonché ai soli fini economici per il rimanente terzo”.

A mio avviso, stante a quanto appena indicato e salvo diverse indicazioni ministeriali, il servizio a cui si fa riferimento non dovrebbe (condizionale d’obbligo) essere utile ai fini della ricostruzione della carriera

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads