Progressione economica torna a subire uno “scivolo” di 12 mesi, proiettando il passaggio ad aprile 2015

Rita – Buon giorno, sono entrata in ruolo nel 2010-2011 e quando mi è stata fatta la ricostruzione di carriera mi hanno detto che ad agosto 2015 avrei avuto lo scatto alla fascia successiva (così è scritto anche sul cedolino). Sulla ricostruzione di carriera (fatta nel 2012) c’è scritto che il 2011 e il 2012 non concorrono alla progressione. Successivamente però sia per il 2011 che il 2012 sono ritornati ad essere validi per la progressioni di carriera mentre il 2013 no. Perciò nella mia ricostruzione il 2011 e il 2012 non erano stati considerati mentre il 2013 si. A questo punto mi chiedo non avrei dovuto avere lo scatto ad agosto 2014? o forse ad agosto 2015 riceverò scatto e arretrati? Grazie Rita.

FP – Gentile Rita,

in merito al suo quesito le chiarisco quanto segue, premettendo che non si hanno tutti gli elementi utili all’analisi: partiamo dalla data di passaggio al gradone successivo indicata nella ricostruzione della carriera ovvero agosto 2015 (cos’ come da lei sostenuto) e dalla conferma in ruolo avvenuta il 1/9/2011 (questo dato è ipotetico visto che
non viene indicato).

Nel decreto di ricostruzione di carriera è indicata nella prima parte, che gli anni 2011 e 2012 non sono utili ai fini della progressione economica.

Pertanto, il passaggio alla fascia stipendiale successiva tiene conto del suddetto blocco, che nel caso specifico è di: 4 mesi per il 2011 (settembre/dicembre); 12 mesi per il 2012.
Considerato che sia il 2011 che il 2012 sono stati sbloccati, si matura il gradone stipendiale successivo in anticipo rispetto ad agosto 2015 ovvero aprile 2014.

Il D.P.R. 122/2013 ha di fatto bloccato il 2013, pertanto la progressione economica torna a subire uno “scivolo” di 12 mesi, proiettando il passaggio ad aprile 2015.

Posted on by nella categoria Stipendio
Versione stampabile
ads ads