Supplenze: proroghe contratti ATA. Chiarimenti per la scuola

DSGA  – essendo necessario presso il nostro Istituto Comprensivo ,per una serie infinita di motivazioni oggettive, prorogare un contratto relativo ad un Assistente Amministrativo per il mese di Luglio sono a  sottoporLe in maniera descrittiva il seguente quesito: marzo 2015 graduatorie definitive ATA. La candidata in posizione utile in graduatoria accetta la proposta di impiego al 30/06/2015  ma essendo in maternità a rischio (ora in maternità obbligatoria) non presta servizio e quindi viene nominato un  Assistente Amministrativo. Tale azione di proroga, di fatto, deve essere effettua per entrambi?  Sono due i casi che riguardano la situazione sopra descritta e quindi Le pongo il II quesito: volendo prorogare l’ assistente che si occupa dell’area bilancio ma questo in graduatoria è in posizione sfavorevole rispetto all’altro che si occupa del protocollo/alunni mi è possibile scegliere? Cordialità.

Paolo Pizzo – Gentile DSGA,

l’art. 12 comma 2 del CCNL/2007 prevede espressamente che il personale in congedo di maternità è da considerare in servizio a tutti gli effetti, anche ai fine della proroga di una supplenza.

“…Durante il medesimo periodo di astensione, tale periodo è da considerarsi servizio effettivamente prestato anche per quanto concerne l’eventuale proroga dell’incarico di supplenza”.

La lavoratrice collocata in congedo di maternità ha dunque sempre diritto, al pari degli altri dipendenti che al termine di un primo contratto si trovino in effettivo servizio, non solo all’accettazione della supplenza ma anche alla sua proroga o conferma in tutti i casi previsti dalla normativa.

Pertanto il contratto di proroga spetta anche alla docente in maternità indipendentemente dalle mansioni che svolgono.

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads