Esami di Stato: obbligo ad accettare nomina per sostituzione collega assente?

Luciana – Cara Lalla, grazie innanzitutto per la tua disponibilità. Oggi ho ricevuto una chiamata dal Provveditorato per una sostituzione come commissaria all’esame di Stato. Ho un contratto fino al 30 Giugno e uno spezzone di 14 ore. Sono obbligata ad accettare o visto che si tratta di una sostituzione posso non accettare? Grazie

Lalla – gent.ma Luciana, io credo che la telefonata non fosse per acquisire la tua disponibilità (come per le supplenze, vuoi accettare o no?) ma per conferirti l’incarico. Non ha alcuna differenza tra l’essere nominati in prima istanza ed essere nominati come sostituto di un commissario esterno.

La circolare n. 5 del 26 febbraio afferma comunque che "Non è, pertanto, consentito rifiutare l’incarico o lasciarlo, anche nel caso di nomina in sede non richiesta o in commissioni operanti in settori di istruzione diversi da quelli di servizio.
Eventuali inosservanze sono suscettibili di valutazione sotto il profilo disciplinare"

Non ti nascondo comunque che non è la prima volta che mi capita di sentire che l’Uffcio Scolastico permetta, in casi come questi, di rifiutare la nomina senza conseguenze. Ciò può accadere per classi di concorso per le quali è facile trovare la sostituzione, ma il principio rimane sbagliato.

Posted on by nella categoria Esami di stato
Versione stampabile
ads ads