Terza prova esami di Stato: è possibile inserire le discipline di prima e seconda prova?

Luca – Avrei una domanda sulla terza prova: è consentito inserire in terza prova materie diverse da quelle della commissione, ma presenti nel piano di studi della classe e/o già presenti in prima o seconda prova? Grazie

Lalla – la risposta è affermativa. Nelle FAQ del 2007 il Ministero aveva chiarito

"e) Si devono considerare escluse dalla terza prova le discipline oggetto della prima e della seconda prova scritta?
No. Tutte le materie possono essere oggetto della terza prova scritta."

Devo dire onestamente che non mi risulta una pratica molto diffusa, anche per dare spazio anche alle altre discipline.

Vi è invece da riflettere sull’opportunità di modificare le discipline su cui nel corso dell’anno sono state affrontate le simulazioni. Credo che la scelta della commissione vada motivata in maniera assai rigorosa, dal momento che si compie una scelta che potrebbe avere un risvolto importante per il risultato atteso da parte dai candidati.

Si consideri infatti, come afferma l’O.M. n. 11 del 29 maggio 2015 che "Il documento del consiglio di classe indica i contenut, i metodi, i mezzi, gli spazi e i tempi del percorso formativo, i criteri, gli strumenti di valutazione adottati, gli obiettivi raggiunti, nonchè ogni altro elemento che i consigli di classe ritengano significativo ai fini dello svolgimento degli esami, con specifico riferimento alla terza prova e al colloquio".

Pertanto, uno specifico riferimento a tener conto di quello che ci dice il documento del 15 maggio per lo svolgimento della terza prova esiste, se ce ne discostiamo in maniera sensibile, le motivazioni a mio parere devono essere molto forti e obiettive.

Posted on by nella categoria Esami di stato
Versione stampabile
ads ads