Personale ATA: come arrivare al ruolo e la fruibilità dell’art. 59

Luca – Salve, avrei assolutamente bisogno di un chiarimento che nessuno riesce a darmi e si compone di 2 domande. Io sono un ass. tecnico area AR10 ed ho lavorato per 5 anni come supplente in una scuola su un posto che era di ruolo. (il titolare purtroppo venne a mancare ma a me fecero contratti sempre di anno in anno). La prima domanda è: potevano o dovevano mettermi in ruolo?Al sesto anno un collaboratore scolastico si inserì nella GAE (nella mia stessa area AR10) scavalcandomi per qualche punto e mi “rubò” quel posto.

Accadde poi che a causa del suo operato non impeccabile, non richiesero più quel posto in organico. Quest’anno sembra che quel posto si ricrei. La seconda domanda è: può quel collaboratore accettare nuovamente l’AR10 e rifare i tre anni di aspettativa per la seconda volta abbandonando ad agosto il suo posto di ruolo come collaboratore nell’altra scuola?

Mi scuso per la lunghezza del messaggio ma ho veramente bisogno del suo aiuto. Grazie infinite.

di Giovanni Calandrino – Gentile Luca, la risposta alla sua prima domanda è negativa. Per le assunzioni in ruolo occorre attingere al personale inserito nelle graduatorie Permanenti ai sensi dell’art.554 D.Lvo 16.4.1994, n.297, come da decreto ricordo che “I candidati utilmente collocati nella graduatoria permanente e nell’ordine della medesima, sono assunti con contratto a tempo indeterminato sui posti a tal fine disponibili ed in base alla normativa vigente all’atto dell’assunzione.

Luca – può quel collaboratore accettare nuovamente l’AR10 e rifare i tre anni di aspettativa per la seconda volta abbandonando ad agosto il suo posto di ruolo come collaboratore nell’altra scuola?

Giovanni Calandrino – il comma 1 dell’art. 59 del CCNL comparto scuola afferma che “Il personale ATA può accettare, nell’ambito del comparto scuola, contratti a tempo determinato di durata non inferiore ad un anno, mantenendo senza assegni, complessivamente per tre anni, la titolarità della sede.

Pertanto dopo tre anni si perde solo la titolarità e si è costretti a produrre domanda di trasferimento per avere una nuova sede, ma è possibile in ogni caso richiedere la stessa precedente sede se disponibile.

Posted on by nella categoria Ata
Versione stampabile
ads ads