Supplenze: recupero debiti e ripristino del precedente contratto

Scuola – in merito alla verifica e successivo scrutinio per il recupero dei  debiti formativi di studenti con giudizio sospeso, i contratti di  proroga per i docenti con nomina fino al 30/06 vanno disposti dal primo  all’ultimo giorno di servizio o solo ed esclusivamente nei giorni di  effettivo servizio? Premesso che per lo scrutinio deve essere ripristinato il Consiglio di  Classe nella stessa composizione originaria, per quanto attiene invece  la somministrazione delle prove di verifica, deve essere stipulato un  contratto apposito per i soli docenti e per i giorni in cui svolgeranno  tale compito? Fiduciosi in una tempestiva risposta, si coglie l’occasione per porgere  cordiali saluti. Ufficio di Segreteria.

Paolo Pizzo  – Gentile scuola,

L’art. 8/6 dell’O.M. n. 92/2007 già citata recita: “la competenza alla verifica degli esiti nonché alla integrazione dello scrutinio finale appartiene al consiglio di classe nella medesima composizione di quello che ha proceduto alle operazioni di scrutinio finale.

La nota n. 10327/2008 indica che: “Nei casi di operazioni suppletive di scrutinio necessarie nelle scuole secondarie di II grado nei mesi di luglio o agosto al termine dei corsi di recupero dei debiti formativi, ove si debba ricorrere a personale supplente temporaneo, si disporrà nei riguardi di quest’ultimo con un apposito contratto di supplenza temporanea per il periodo dal primo all’ultimo giorno degli scrutini suppletivi cui partecipa, per un numero di ore settimanali pari a quelle dell’ultimo contratto con cui ha insegnato nella scuola medesima o, comunque, pari a quelle dell’insegnante per cui opera in sostituzione”.

Successivamente la nota n. 16487/2008 relativa ai contratti originariamente stipulati al 30/6 o al 31/8 chiarisce che il “rapporto deve configurarsi quale proroga del precedente contratto, nei casi in cui il personale interessato sia titolare di contratto di durata annuale, mentre, nei casi di contratto fino al termine delle attività didattiche, va inteso come “ripristino” dello stesso contratto per i giorni necessari all’espletamento delle operazioni di cui sopra”.

Pertanto dalla normativa richiamata il contratto deve essere effettuato dalla somministrazione delle verifiche fino allo scrutinio per i giorni necessari (“verifica esiti….integrazione scrutinio…espletamento per i giorni necessari delle dette operazioni).

 

Posted on by nella categoria Supplenze
Versione stampabile
ads ads