Immissioni in ruolo: preoccupazione per la scelta della sede

Stefania – Vorrei un chiarimento in merito alle nuove assunzioni: io sono la prima della A051 della provincia di Palermo: in base a quanto ho letto dovrei rientrare nella fase A; dal momento che i posti vacanti e disponibili in organico di diritto sono sempre sedi disagiate potrebbe capitare che io vada in una di queste e qualcuno molto più in basso di me nella graduatoria prenda una cattedra ex organico di fatto o organico dell’autonomia in città, giusto?grazie

Lalla – gent.ma Stefania, potrebbe capitare quanto affermi. Ma va specificato che la sede assegnata per l’a.s. 2015/16 sarà provvisoria per tutti.

Vi è però una differenza, specificata nel comma 72 del maxiemendamento approvato. Chi è assunto nell’a.s. 2015/16 mediante le procedure di cui all’art. 399 del T.U., continuano ad applicarsi le disposizioni del medesimo decreto in merito all’attribuzione della sede nell’anno di prova e alla successiva destinazione alla sede definitiva.

Tu, assunta nella fase A, rientreresti in questa previsione. I tuoi colleghi, invece, assunti nelle fasi b) e c), a partire dall’a.s. 2016/17 saranno assegnati agli ambiti territoriali.

Pertanto, se è vero che nell’a.s. 2015/16 potresti essere assegnata ad una sede disagiata, è vero d’altro canto che per l’a..s 2016/17 potrai partecipare alla mobilità per l’assegnazione della sede definitiva secondo le regole consuete, e quindi ambire ad una sede più comoda per te, senza rientrare nella normativa degli ambiti territoriali, fermo restando che prima della mobiltà dei neoimmessi in ruolo bisognerà procedere alla mobiltà straordinaria dei docenti assunti in ruolo fino al 1° settembre 2014.

DDL riforma scuola. Per il 2016/17 previsto piano straordinario mobilità territoriale e professionale. Come funziona

 

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads