Passaggio dal ruolo dei docenti diplomati a quello dei laureati

Prof. Raffaele – Gentilissima Lalla! Le sto scrivendo da un po’, per avere notizie in merito a delle perplessità, dubbi! Che mi danno preoccupazione! E al quale Lei potrebbe rispondere, visto che, seguendola da qualche tempo, ha sempre risposto in modo soddisfacente, ed efficace a tutti i quesiti posti da altri miei colleghi!

Facendo una ricerca nella sua banca dati, non ho trovato niente di simile al mio "caso", potrebbe essere ancora così gentile da rispondermi? Anche se per me è la prima volta che le scrivo! E le sto scrivendo interrottamente da giorni…sino a quando Lei non mi avrà risposto! Le sarei infinitamente grato! Grazie!

Innanzitutto, mi presento sono il prof. Raffaele e sono un docente in ruolo sul sostegno, con titolo di specializzazione, in una scuola secondaria superiore, di secondo grado.

Sono in ruolo, nel sostegno, per la classe di concorso C260 (insegnante tecnico pratico: laboratorio di elettronica), quindi immesso in ruolo, con il diploma e con l’abilitazione. L’immissione in ruolo è avvenuta nell’anno scolastico 2009/2010, primo settembre 2009.

Nel frattempo ho terminato i miei studi universitari, laurea specialistica in Pedagogia, e in seguito mi sono anche abilitato alla classe di concorso A036 (filosofia, psicologia e scienze dell’educazione).

In questo trascorso anno scolastico ho presentato domanda di mobilità: passaggio di ruolo, da docente diplomato a docente laureato, scegliendo di rimanere ancora nel sostegno (DOS), poiché per la mia classe di concorso, nella mia provincia, non ci sono cattedre e sarei potuto rimanere senza passaggio di ruolo.

Il passaggio di ruolo è stato quindi chiesto da scuola secondaria di secondo grado a scuola secondaria di secondo grado, senza passaggio ad altro grado di scuola.

Finalmente, da pochi giorni ho avuto comunicazioni, conferma, dal MIUR e dall’USP della mia città, di aver ottenuto l’ambito passaggio di ruolo.

LE CHIEDO:
– ora che ho ottenuto il passaggio di ruolo, anche se da
sostegno a sostegno, sempre nella stessa scuola secondaria superiore, il punteggio maturato, nei trascorsi anni di servizio, rimane lo stesso? Se la risposta dovesse essere no! Perché varia il punteggio?

· quali adempimenti spettano al dipendente, docente, dopo aver ottenuto il passaggio di ruolo? Devo produrre domanda in cui chiedo la nuova ricostruzione di carriera? Dovrò attendere il termine del periodo di prova, anno scolastico 2015/16, e poi chiedere la ricostruzione carriera? Che tipo di domanda dovrei produrre? C’è un modello o simile?

– quali sono gli adempimenti spettanti alla mia scuola? (dove ho chiesto di rimanere, attraverso la domanda che viene presentata annualmente agli inizi di giugno, domanda per docenti DOS, sempre come insegnante di sostegno ma non più da docente diplomato (AD03) ma da docente laureato (AD02) anche se le arre sono state unificate).

La ringrazio anticipatamente per tutte le informazioni che potrà darmi in merito. Cordialmente.

Paolo Pizzo – Gentilissimo, l’art 3 punto 4 del CCNI trasferimenti dispone che può chiedere il passaggio di ruolo

Nel ruolo dei docenti laureati della scuola secondaria di II grado ed artistica, purché in possesso del titolo di studio prescritto e della specifica abilitazione per le classi di concorso per le quali è prevista:
a) il personale insegnante delle scuole dell’infanzia, primarie e della
scuola secondaria di primo grado;
b) il personale educativo;
*c) il personale diplomato delle scuole secondarie di II grado ed artistiche che aspira a passare nei ruoli del personale insegnante laureato*

La nota 4 della tabella valutazione titoli allegata al citato CCNI attribuisce 3 pp (invece di 6) al servizio dei docenti appartenenti al ruolo dei laureati degli istituti di istruzione secondaria di II grado e artistica, prestato precedentemente nel ruolo dei diplomati e viceversa. Il servizio prestato in qualità di assistente nei licei artistici, va considerato come servizio prestato nel ruolo dei docenti diplomati.

Appare quindi chiaro che nonostante tu sia rimasto sempre nel II grado la mobilità ottenuta è a tutti gli effetti un passaggio di ruolo in quanto sei passato dal ruolo dei diplomati a quello dei laureati.

Pertanto il servizio svolto nei precedenti anni andrà dimezzato.

Considerando che sei comunque rimasto titolare nel SOS tutto il servizio precedentemente prestato nel SOS va una volta dimezzato e poi raddoppiato.

Nel senso che ai sensi della nota 4 va dimezzato, ma ti varrà 6 pp. per ogni anno prestato invece che 3.

Questo perché il servizio svolto su sostegno per chi è attualmente titolare sul sostegno va raddoppiato (dovresti avere 3 pp per ogni anno prestato ma siccome sei titolare sul sostegno lo dovrai raddoppiare e attribuire 6 pp. per ogni servizio prestato).

Nel nuovo ruolo invece avrai 12 pp per ogni anno che presterai.

Per ciò che riguarda l’anno di prova dovrai svolgere solo i 180 gg di servizio in quanto non dovrai ripetere la formazione.

Al termine potrai richiedere in segreteria i moduli per la ricostruzione di carriera e l’inquadramento nel nuovo ruolo.

Posted on by nella categoria Mobilità
Versione stampabile
ads ads