Ricostruzione carriera e documentazione da presentare a scuola

Simone  – Salve, sono un insegnante di scuola primaria entrato in ruolo 27/08/ 2012 con anno di prova concluso il 31/08/2013. ieri sono andato in segreteria per chiedere la ricostruzione di carriera e la segretaria mi ha dato tutto il carteggio, tra questi c’è una parte che va vidimata dalle scuole dove ho prestato servizio pre-ruolo. La segretaria mi ha detto che tocca a me far vidimare l’avvenuto servizio presso le scuole. Mi chiedo se non è davvero strano che un docente debba farsi la trafila di tutte le segreterie delle scuole con un foglio in mano per vedersi vidimare il servizio svolto, da premettere che alcune di queste si trovano in altre regioni d’Italia. Pur avendo dimostrato la mia incomprensione a questo provvedimento la segretaria dichiara che è una normativa nuova e che su questo sono stati recentemente formati. Vorrei capire se devo davvero personalmente fare il giro delle scuole con il mio foglio o se deve farsene carico la segreteria della mia scuola Grazie per qualsiasi risposta.
FP – Gentile Simone,

la domanda di riconoscimento dei servizi prestati prima della nomina in ruolo, va presentata dall’interessato alla scuola di titolarità, dopo la conferma in ruolo e in carta libera.

Alla suddetta istanza devono essere allegati i seguenti documenti:

– autocertificazione relativa ai servizi per il quali si richiede il riconoscimento;

– autocertificazione del titolo di studio;

– autocertificazione del certificato di abilitazione;

– autocertificazione del certificato di specializzazione.

In merito alle autocertificazioni si segnala per opportuna conoscenza:
1) l’art. 15 della L. 183/2011: Norme in materia di certificati e dichiarazioni sostitutive e divieto di introdurre, nel recepimento di direttive dell’Unione europea, adempimenti aggiuntivi rispetto a quelli previsti dalle direttive stesse;

2) la direttiva n. 14 del 22/12/2011 che impone le amministrazioni pubblichea non rilasciare nè richiedere certificazioni utilizzabili nei rapporti fra pubbliche amministrazioni.

L’uso delle autocertificazioni, impone l’obbligo (da parte dell’Amministrazione) di controllare le dichiarazioni sostitutive.

Appare evidente non corretto quanto le viene richiesto dalla scuola.

E’ opportuno precisare, che talune volte, per rendere più veloce l’iter di controllo, si possa chiedere all’interessato di presentare contratti/attestati di servizio in suo possesso per verificare la veridicità di quanto dichiarato.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads