Graduatorie interne ATA: precedenze. Chiarimenti per la scuola

Scuola – Nel nostro istituto si è proceduto alla compilazione della graduatoria d’istituto personale ATA soprannumerario, dopo aver pubblicato la definitiva, un assistente amministrativo nel momento in cui si è saputo l’organico di diritto,  essendo questo risultato ultimo in graduatoria presenta la legge 104 per assistenza alla madre. Il nostro quesito è: deve essere escluso dalla graduatoria d’istituto anche se i termini erano scaduti?

Paolo Pizzo – Gentile scuola,

l’art 48/5 del CCNI dispone che I dirigenti scolastici, entro i 15 giorni successivi alla scadenza delle domande di trasferimento, formulano e affiggono all’albo le graduatorie per l’individuazione dei perdenti posto sulla base dei punteggi previsti dalla tabella di cui all’allegato E al presente accordo con le precisazioni concernenti i trasferimenti d’ufficio e tenendo presente che debbono essere valutati soltanto i titoli in possesso degli interessati entro il termine previsto per la presentazione della domanda di trasferimento.

E poi i commi 9 e 10 precisano:

9. Ai fini della individuazione dei soprannumerari, non deve essere preso in esame il personale appartenente alle categorie di cui all’art. 7, comma 2 del presente accordo [precedenze] salvo che la contrazione di organico non sia tale da rendere necessario il coinvolgimento anche delle predette categorie; in particolare, in caso di unificazione tra scuole, il medesimo personale non deve essere inserito nella graduatoria dei perdenti posto.

10. Devono essere prese in considerazione, ai fini previsti dal precedente comma, le situazioni che si verificano entro i termini di presentazione delle domande di trasferimento.

Pertanto tutti i requisiti comprese le precedenze devono essere in possesso del dipendente entro i termini delle domande di trasferimento.

Posted on by nella categoria Graduatorie ATA
Versione stampabile
ads ads