Assegnazione provvisoria: punteggio per comune di residenza

Gentilissimo Paolo Pizzo, mi ricollego alla sua risposta ad Alessandra pubblicata il 10/7/2015 per porle il seguente quesito: Io e mia moglie abbiamo la residenza nello stesso comune dove io lavoro mentre lei è docente a tempo indeterminato in altra provincia. In base all’art. 17 comma 2 del CCNI (in caso di………………… o che svolga attività lavorativa in altra provincia, si prescinde dall’iscrizione anagrafica) potrò presentare la domanda per l’assegnazione provvisoria? La ringrazio anticipatamente per la risposta

Paolo Pizzo – Gentilissimo, La nota 1 dell’allegato esigenze di famiglia dispone che il punteggio spetta per il comune di residenza della persona cui si chiede il ricongiungimento ai sensi dell’art. 7 a condizione che essi, alla data di presentazione della domanda vi risiedano effettivamente con iscrizione anagrafica da almeno tre mesi.

La residenza della persona alla quale si chiede il ricongiungimento deve essere documentata con certificato anagrafico o con dichiarazione personale redatta ai sensi del D.P.R. 445 del 28.12.2000 e successive modifiche e integrazioni, nei quali dovrà essere indicata la decorrenza dell’iscrizione stessa.

Dall’iscrizione anagrafica si prescinde quando si tratti di ricongiungimento al coniuge trasferito per servizio nei tre mesi antecedenti alla data di presentazione della domanda. In tal caso, per l’attribuzione del punteggio, dovrà essere presentata una dichiarazione del datore di lavoro

Posted on by nella categoria Assegnazioni/Utilizzazioni
Versione stampabile
ads ads