Non presento domanda per il piano straordinario: su quali posti potrò lavorare?

Emilia – Chi decide di non fare domanda rimane in GAE aspetta successivi turnover;

Lalla – Chi decide di non fare domanda, non deve dare nulla per scontato. Dal momento che nessuno dal Ministero si è ancora preso la briga di spiegarla in "parole povere", non abbiamo il dovere di ricordarvi di deve leggere la FAQ n. 10, in cui il Ministero dichiara "rimarrò iscritto nelle graduatorie fino alla loro soppressione", senza alcuna spiegazione chiara se per soppressione si intenda "esaurimento" o il senso letterale del termine, nonostante le innnumerevoli rassicurazioni che troviamo nella legge n. 107 del 13 luglio 2015.

Emilia – ma se si hanno già 36 mesi di incarichi su posto vacante non si può avere supplenze secondo la nuova legge quindi la domanda sono COSTRETTA a farla perché con le supplenze non potrò più lavorare!!Giusto?

La legge n. 107 del 13 luglio 2015 afferma

"131. A decorrere dal 1º settembre 2016, i contratti di lavoro a tempo determinato stipulati con il personale docente, educativo, amministrativo, tecnico e ausiliario presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, per la copertura di posti vacanti e disponibili, non possono superare la durata complessiva di trentasei mesi, anche non continuativi."

Pertanto non conta se ad oggi hai già raggiunto questo traguardo, ma ciò che accadrà a partire dal 1° settembre 2016. Dall’a.s. 2016/17 3 anni di supplenze su posti vacanti e disponibili saranno il massimo consentito. Questo non significa che non potrai lavorare, ma che non potresti accettare incarichi su quella tipologia di posti.

Nel frattempo dovrebbe esserci il nuovo concorso e dunque una nuova tornata di assegnazioni a tempo indeterminato dei posti vacanti e disponibili.

Naturalmente bisogna anche vedere se una norma del genere reggerà.

Posted on by nella categoria Immissioni in ruolo
Versione stampabile
ads ads