Tutti i servizi pre ruolo, svolti come collaboratore scolastico e assistente tecnico sono valutabili ai fini della ricostruzione di carriera

Ass. Tecnico  – spett.le Redazione Orizzonte Scuola sono un’ ass. tecnico, tempo indeterminato con decorrenza giuridica 01/09/2013 ed economica 01/09/2014 che precedentemente è stata nominata in ruolo come coll. scolastico con decorrenza giuridica 01/09/2012 ed economica 01/09/2013. I servizi pre-ruolo effettivi sono:  2 mesi ausiliaria inserviente (maggio e  giugno 2000), 62 mesi e 3 giorni coll. scolastico, 40  mesi e 3 giorni assistente tecnico (PT 18 ore/sett.) e nell’ a.s.2012/2013: 4 mesi 17 giorni coll.scolastico, 3 mesi ass. tecnico. Avrei bisogno di sapere quando scatta il passaggio alla fascia stipendiale successiva (9/14) ? Al calcolo del servizio utile per la pensione si terrà in considerazione il sevizio svolto in Romania di 13 anni e 6 mesi come elettricista ed elettronico in fabbrica (dal 1978 al 1992)? Ringrazio per la gentilezza e porgo distinti saluti.

FP – Gentile Ass. Tecnico,

ai fini della ricostruzione della carriera, sono riconoscibili al personale ATA tutti i servizi di ruolo e non di ruolo (scuole statali) prestati anteriormente alla nomina nel ruolo di attuale appartenenza, ivi compresi quelli prestati in qualità di docente.

Pertanto restano esclusi dalla suddetta valutazione, i servizi resi nelle scuole non statali, nelle Università ed alle dipendenze degli Enti Locali. Pertanto, nella fattispecie tutti i servizi pre ruolo, svolti come collaboratore scolastico e assistente tecnico, sono valutabili ai fini della ricostruzione di carriera.

Il periodo da “ausiliara inserviente” se reso alle dirette dipendenze dell’Ente Locale o di privati, non è utile.

Il servizio svolto in Romania – stato membro della CE -, ai fini pensionistici, può essere oggetto della cosiddetta “totalizzazione estera”.

Posted on by nella categoria Ricostruzione di carriera
Versione stampabile
ads ads